Stanotte stop all’arrivo dei rifiuti dalla Campania. Una proroga in vista?

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1984

LANCIANO. Il Consorzio Comprensoriale Smaltimento Rifiuti di Lanciano, proprietaria della discarica consortile di Cerratina di Lanciano, ha comunicato al Commissario di Governo per l’ emergenza rifiuti della Campania De Gennaro che a partire da domani 15 maggio i rifiuti provenienti dalla Campania non potranno più essere smaltiti nella discarica consortile di Cerratina. RACCOLTA DIFFERENZIATA, A NOVE COMUNI 120MILA EURO

LANCIANO. Il Consorzio Comprensoriale Smaltimento Rifiuti di Lanciano, proprietaria della discarica consortile di Cerratina di Lanciano, ha comunicato al Commissario di Governo per l' emergenza rifiuti della Campania De Gennaro che a partire da domani 15 maggio i rifiuti provenienti dalla Campania non potranno più essere smaltiti nella discarica consortile di Cerratina.

RACCOLTA DIFFERENZIATA, A NOVE COMUNI 120MILA EURO

La decisione è stata comunicata contestualmente anche al prefetto di Chieti, alla Regione Abruzzo, alla Provincia di Chieti, alla società di gestione Ecologica Sangro, alle ditte interessate ai trasporti, nonché ai 53 sindaci aderenti al Consorzio Rifiuti.
Lo stop ai rifiuti di domani è una conseguenza dell' ordinanze n° 10/08, 22/08, 88/08 e della nota della Regione Abruzzo 885/DN3/2008 e di quanto deliberato dall'Assemblea Consortile, che nel gennaio scorso accolse la disponibilità alla solidarietà con l‘emergenza rifiuti della Campania, ma chiese che il tetto massimo dei conferimenti fosse di 5 mila tonnellate, contro le 15 mila tonnellate stabilite dall' ordinanza governativa, in accordo con la Regione Abruzzo.
Inoltre la durata dei conferimenti rifiuti era stata fissata in 4 mesi.
«I conferimenti di rifiuti dalla Regione Campania avranno luogo sino alla mezzanotte del 14 maggio 2008», è stata la decisione del Consiglio di Amministrazione del Consorzio Rifiuti.
«Eventuali diverse decisioni in merito – ha inoltre rimarcato il Consorzio - saranno rimesse esclusivamente alle determinazioni dell'Assemblea Consortile, già convocata per lunedì 19 maggio, ore 17.00, presso l' Hotel Anxanum di Lanciano».
I conferimenti da Napoli sono iniziati lo scorso 14 gennaio con carichi giornalieri fino a 120 tonnellate.
Con la scadenza odierna nella discarica di Cerratina saranno stati smaltiti complessivamente 12.400 tonnellate sui 15 mila previsti dal decreto.
«Già da un mese avevano informato le autorità competenti, a partire dalla Regione Abruzzo, che dal 14 maggio non avremmo accettato di procrastinare l'arrivo dei rifiuti dalla Campania», afferma il presidente del Consorzio rifiuti Riccardo La Morgia.
«Ciò nel pieno rispetto della volontà e deliberato espressi lo scorso gennaio dall' Assemblea dei sindaci aderenti al Consorzio. Quanto all'ingresso nella discarica di Cerratina dei rifiuti provenienti dalla Campania», aggiunge il presidente La Morgia, «in questi mesi il Consorzio Rifiuti ha attivato direttamente una supervisione antinquinamento per salvaguardare l'impatto ambientale. Severi controlli di sicurezza sul pattume in arrivo sono stati effettuati con l'alta sorveglianza giornaliera effettuata dall' ing. Sandro Fantini e analisi chimiche di laboratorio espletate dalla società Biochem».

IN ARRIVO ALTRI RIFIUTI?


Ma qualcosa potrebbe cambiare. Pare infatti che la Regione Abruzzo si stia preparando a dire un altro sì e dare ancora aiuto alla Campania.
La decisione non è stata accolta positivamente nella zona di Lanciano, soprattutto da parte di chi, alla vigilia del primo provvedimento si era fermamente opposto.
«Di proroga in proroga», contesta Pino Valente dell'associazione Frentania Provincia, «accadrà come con i rifiuti aquilani che da oltre due anni continuano ad arrivare nella discarica frentana».
L'Associazione Culturale Frentania Provincia vuole inoltre sapere se ci sono novità sull'assegnazione di fondi regionali per la bonifica dell'ex discarica di Serre. «Come tutti ben ricorderanno nei giorni caldi dell'arrivo dei rifiuti napoletani ci fu un impegno preciso da parte dell'Assessore Regionale all'ambiente Caramanico che aveva promesso l'interessamento della Regione», puntualizza Valente.
«A tutt'oggi purtroppo anche sul quel fronte non vi sono novità positive per il nostro territorio visto che i soldi stanziati dal Comune di Lanciano non sono certamente sufficienti a mettere in sicurezza il sito di Serre».
14/05/2008 10.40
[pagebreak]

RACCOLTA DIFFERENZIATA, A NOVE COMUNI 120MILA EURO

PESCARA. Si terrà domani (giovedì 15 maggio), alle 11 nella sala dei Marmi della Provincia, l'incontro con i sindaci dei 9 Comuni del Pescarese, con popolazione tra 5mila e 20mila abitanti, che beneficeranno dei 120mila euro stanziati dalla giunta provinciale per incentivare la raccolta differenziata dei rifiuti.
Si tratta di Cepagatti, Città Sant'Angelo, Collecorvino, Loreto Aprutino, Manoppello, Penne, Pianella, Popoli e Spoltore.
Per l'amministrazione provinciale saranno presenti il presidente Giuseppe De Dominicis, Sante Di Paolo, assessore all'Ambiente, Gianfranco Piselli, dirigente del settore Tutela e valorizzazione dell'Ambiente, e Simona Mantenuto, responsabile dell'Osservatorio rifiuti.
Sarà firmata la convenzione per l'erogazione dei contributi e ai primi cittadini sarà spiegato cosa fare per usufruire del finanziamento.
«Questi fondi concessi alle municipalità del comprensorio per incrementare e migliorare la differenziata – spiega Di Paolo – seguono il sostegno economico già dato dal nostro ente ai piccoli centri sotto i 5mila abitanti».
Nei giorni scorsi, subito dopo la ratifica della delibera di giunta, «abbiamo avvisato con una lettera i Comuni beneficiari, così da permettere loro di inserire la voce nei bilanci 2008 in corso di approvazione».
14/05/2008 13.13