La Giunta studia progetti per via Arno

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

586

TERAMO. Una commissione tecnica ora approfondisce le valutazioni e rimetterà una relazione. Intanto nella zona si continua a controllare lo stato del traffico
Ieri pomeriggio, nel corso di una riunione informale della Giunta municipale di Teramo, sono stati visionati e valutati alcuni progetti - richiesti mesi fa dalla Giunta medesima - inerenti una viabilità che risolva la problematica dell'interconnessione su via Po di via Arno, permettendo il ripristino del doppio senso di marcia per quest'ultima.
Ora la documentazione è al vaglio di una apposita commissione tecnica, composta dai dirigenti dei settori Urbanistica, Lavori Pubblici e Mobilità; sarà suo compito approfondire l'analisi, valutandone gli aspetti strettamente tecnici e normativi. Verrà quindi rimessa una relazione in base alla quale saranno assunte definitive decisioni.
Intanto prosegue l'attività di controllo dei flussi di traffico nell'area. In particolare, a seguito della sollecitazione avanzata dall'assessore al Traffico Berardo Rabbuffo, l'azienda esperta di impiantistica semaforica ha studiato modifiche alla durata dei tempi, tali da favorire un flusso più scorrevole e che saranno attuate dalla stessa azienda nei prossimi giorni.
Il sindaco Chiodi, inoltre, ha chiesto al comandante del Corpo di Polizia Municipale, di assicurare una presenza costante dei Vigili nell'area, al fine di favorire il movimento viario e di intervenire tempestivamente laddove si presentino criticità.
«Siamo consapevoli – ha detto il sindaco – delle difficoltà dei residenti di Villa Mosca per alleviare le quali è forte l'impegno dell'amministrazione; nel contempo c'è il problema di carattere generale, causato dal fatto che l'unica strada di accesso e di uscita dalla città, destinata a rimanere tale ancora per diverso tempo a causa del ritardo nell'apertura del Lotto Zero, è via Po sulla quale gravano livelli di traffico insostenibili (sebbene, secondo la Polizia Municipale in evidente miglioramento) che hanno reso obbligatorio un provvedimento d'urgenza quale quello adottato.
L'impegno continuo è perciò duplice: snellire, per quanto possibile, il traffico sull'unica strada di accesso e uscita dalla città, e alleviare i disagi per i residenti della zona. Per queste ragioni stiamo intervenendo sia nell'immediato, che con una progettualità che possa affrontare la questione nella sua complessità».
13/05/2008 16.39