Operazione "Ninja", arrestato un altro componente della banda di albanesi

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1056

ABRUZZO. L'operazione "Ninja", che il tra il 19 e 20 aprile ha sgominato una banda di albanesi specializzata in furti in abitazione e di autovetture di grossa cilindrata nelle province di Pescara, Chieti, L'Aquila ed Ascoli Piceno, era tutt'altro che conclusa.
Infatti, i Carabinieri del Nor della Compagnia di Popoli, continuando ad investigare, sono arrivati alla identificazione di un altro componente della banda.
Anche questa volta a finire in manette è stato un albanese che fino ad ora era riuscito a sfuggire alla cattura.
Si tratta di Kica Shpendi di 28 anni, viveva a Caivano, in provincia di Napoli. A suo carico i militari hanno raccolto gravissimi indizi che lo indicano quale complice degli altri albanesi arrestati.
Il giovane, benché non destinatario di ordinanza di custodia cautelare, era ricercato dai militari, per le sue responsabilità nei furti messi a segno a partire dal novembre del 2007.
Già nei giorni scorsi, a Caivano, era riuscito a sfuggire al fermo, dopo che i Carabinieri lo avevano individuato.
L'uomo si è reso conto che sarebbe stato arrestato, anche perché era a conoscenza delle misure cautelari cui erano stati sottoposti gli altri suoi connazionali.
L'ultima carta da giocare era il ritorno in Albania. A questo stava pensando, ma non è riuscito a mettere a segno il suo piano perché i carabinieri di Popoli lo hanno raggiunto a Bari, proprio mentre stava per imbarcarsi sul traghetto che lo avrebbe condotto verso la libertà e lo hanno arrestato.
Con Shpendi sono 9 gli albanesi arrestati, mentre il decimo componente del sodalizio criminale è stato localizzato in Albania.

LA BANDA

Il 21 aprile scorso i carabinieri di Pescara hanno arrestato gli altri 8 componenti della banda che nel giro di 3 mesi erano riusciti a mettere a segno 42 furti.
Gli arrestati avevano tutti una età compresa tra i 24 ai 36 anni, tutti clandestini tranne due; tra questi anche quello che la procura di Pescara crede possa essere il basista, Hida Klodian di 24 anni, muratore di giorno, ladro esperto di notte.
Tra le vittime dei malfattori anche il noto imprenditore Zaccagnini, titolare di una cantina di vini a Bolognano: con quel colpo la banda era riuscita ad assicurarsi oltre 100 mila euro di incasso

13/05/2008 10.07

[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/bdnews/article.php?storyid=14922 ]TUTTO SULL'OPERAZIONE NINJA[/url]