Les Paillotes può riaprire, ma solo una parte

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1431

PESCARA. Les Paillotes, lo stabilimento balneare della famiglia De Cecco può riaprire. Il sequestro preventivo, deciso nel dicembre scorso nell'ambito dell'inchiesta del sostituto procuratore della Repubblica di Pescara, Aldo Aceto, su presunte irregolarita' nel rilascio di concessioni demaniali, viene in parte annullato.
Il gip del tribunale di Pescara, Guido Campli, ha, infatti, dissequestrato solo il lotto B della struttura e ha, dunque, concesso l'autorizzazione all'uso provvisorio per la balneazione nei limiti dell'ordinanza regionale diramata per la stagione balneare 2008.
Questo vuol dire che la prossima estate si potrà utilizzare l'arenile con le attrezzature da spiaggia, i bagni, il capanno hawaiano, che pero' deve essere modificato, e la passerella di accesso.
La decisione sarebbe motivata dal fatto che l'uso della spiaggia non e' pregiudizievole delle finalita' del sequestro, che resta in piedi per tutto il complesso "Les Paillotes" e su cui dovra' pronunciarsi la Cassazione.
Intanto c'è ottimismo nel pool difensivo della famiglia De Cecco. Il collegio difensivo della Portanuova Entertainment ha ribadito «piena fiducia nell'operato della magistratura».
L'avvocato Pietro Maria di Giovanni e i professori Ennio Amodio, Fabio Cintioli e Osvaldo Prosperi, commentando la riapertura del Lido delle Sirene, hanno anche sottolineato che il provvedimento del gip del tribunale ha chiarito che «il sequestro dello scorso dicembre - si legge in una nota - era stato eseguito in modo erroneo, in quanto non era intenzione del magistrato inquirente assoggettare a sequestro anche la spiaggia e le sue strutture (alle quali, invece, erano
stati apposti i sigilli); il provvedimento autorizza l'esercizio delle attivita' balneari e quelle a servizio della spiaggia che ben si conciliano con le attuali condizioni della struttura, tanto che e' stato consentito anche l'uso del bar a servizio della spiaggia.
La Portanuova Entertainment, inoltre, nel ribadire la legittimita' del proprio operato (da sempre sostenuta) rende noto di avere ottenuto in data 7 maggio scorso dal Comune di Pescara, su conforme parere della Regione Abruzzo, il rinnovo della concessione demaniale, ricordando che la dedotta illegittimita' di tale concessione ha costituito, nel teorema accusatorio degli inquirenti, il presupposto per il disposto sequestro. Le motivazioni del provvedimento reso oggi - conclude la nota - saranno compiutamente disaminate per verificare l'opportunita' di ulteriori iniziative giudiziarie».


12/05/2008 15.09
[url=http://www.primadanoi.it/search.php?query=paillottes&mid=6&action=showall&andor=AND]TUTTO SULLA VICENDA DE LES PAILLOTTES[/url]