Furto al supermarket, 4 polacchi in manette

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

903

GIULIANOVA. Sabato pomeriggio i carabinieri di Giulianova, diretti dal maresciallo Antonio Tricarico hanno arrestato 4 polacchi per rapina impropria. I carabinieri di Silvi, invece, nel corso del fine settimana appena trascorso, hanno passato al setaccio i locali notturno. Multe per 12 mila euro.

Sabato pomeriggio movimentato per quattro polacchi che speravano di mettere a segno il loro colpo e farla franca.
Verso le 15, dopo aver rubato alcuni prodotti alimentari all'interno del supermercato Cityper (nel centro commerciale Universo) sono scappati, oltrepassando le casse senza pagare il conto.
La fuga non è passata inosservata, soprattutto perché il gruppetto si è scagliato contro il vigilante di turno che non è però riuscito a fermarli.
Dopo poco i malviventi sono stati arrestati, non lontano dal centro commerciale, con l'intera refurtiva che è stata poi restituita al legittimo proprietario.
Fondamentale il ruolo dei carabinieri, giunti subito sul posto e in zona era stata predisposto anche un servizio di cinturazione del territorio.
Durante l'arresto sono stati sequestrati arnesi utilizzati per rompere le placche magnetiche antitaccheggio.
Tre dei quattro avevano già precedenti penali, due sono 53enni domiciliati a Montesilvano, gli altri due, un 32enne e un 24enne, vivevano a Francavilla al Mare.

FINE SETTIMANA DI CONTROLLI NEI LOCALI NOTTURNI

Un controllo a locali notturni ed esercizi pubblici di Silvi nel corso del fine settimana appena terminato. Di mira sono stati presi quei locali spesso ritrovo di pregiudicati, spacciatori e prostitute. Sono state elevate sanzioni per 12 mila euro.
L'operazione è servita anche a tastare sul campo il rispetto della nuova ordinanza emessa dal sindaco di Silvi che ha disciplinato in maniera più restrittiva la chiusura di tutti i locali notturni, discoteche ed esercizi dove è consentita la vendita di alcolici.
I Carabinieri sono convinti che alcuni esercizi pubblici siano il punto di partenza, di aggregazione e di scambio di numerosi pregiudicati locali e non.
Sono state controllate 47 autovetture ed identificate 93 persone, 23 le contravvenzioni, 23 i controlli delle prostitute, 10 gli esercizi pubblici controllati. Ad uno è stata contestata la cessazione dell'attività a causa di «irregolarità amministrative».

12/05/2008 11.32