Gli ispettori della Asl sequestrano un cantiere edile a Vasto

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1617

VASTO. Gravi carenze in materia di prevenzione delle cadute dall’alto. Con questa motivazione gli ispettori del Servizio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro (SPSAL) della Asl Lanciano-Vasto hanno posto sotto sequestro un cantiere edile a Vasto nei pressi di Via Maddalena dove, al momento dell’ispezione, lavoravano due operai.
Per ottenere il dissequestro la ditta dovrà ora ripristinare nel cantiere tutte le condizioni di sicurezza previste dalla legge e attendere il nulla osta della Asl e dell'autorità giudiziaria.
Gli accertamenti condotti rientrano nell'attività di vigilanza e controllo dello Spsal che nel corso del primo trimestre del 2008 ha già effettuato 91 ispezioni fra aziende e cantieri edili, riscontrando 57 infrazioni ed emettendo 32 verbali.
Per quanto riguarda l'edilizia la violazione più ricorrente riguarda proprio la scarsa attenzione dedicata alla protezione delle cadute dall'alto, mentre per le industrie le carenze più frequenti sono relative alla sicurezza dei macchinari, delle attrezzature e agli obblighi procedurali e documentali.
Sempre nel primo trimestre del 2008 nel territorio della Asl Lanciano-Vasto le denunce per infortuni sul lavoro sono state 873, per lo più concentrate nelle zone ad alta densità industriale e manifatturiera come Atessa, Lanciano, Vasto, San Salvo e Gissi, mentre le malattie professionali accertate sono state 8.
«La sicurezza nei luoghi di lavoro – sottolinea il Direttore Generale della Asl Lanciano-Vasto Michele Caporossi – resta una delle priorità di questa Azienda Sanitaria, come dimostra anche il confronto aperto con i sindacati per monitorare costantemente la situazione degli infortuni sul lavoro e collaborare per garantire ai lavoratori i più alti standard di sicurezza. Un obiettivo che vede anche la piena volontà di collaborazione espressa da Confindustria, con la quale ugualmente sarà avviata una sinergia finalizzata alla sensibile riduzione del numero degli infortuni nel territorio di competenza della Asl Lanciano-Vasto. L'impegno dell'Azienda Sanitaria in tal senso – prosegue Caporossi - è massimo, in linea con i contenuti del Piano Regionale della prevenzione degli infortuni che prevede che nel 2008 i nostri ispettori effettuino controlli in almeno 315 cantieri del territorio, al fine di assicurare il rispetto delle norme vigenti in materia».


23/04/2008 10.38