Assalti a portavalori, ex guardia giurata patteggia 5 anni

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1323

Assalti a portavalori, ex guardia giurata patteggia 5 anni
PESCARA. La banda stava organizzando un assalto ai portavalori nei minimi dettagli ma i carabinieri di Pescara li arrestarono a poche ore dal colpo: era il 28 settembre del 2006. Ieri uno dei responsabili ha patteggiato, per altri 21 c’è l’udienza preliminare il 28 aprile.
Non si trattava di un gruppo improvvisato ma di una squadra collaudata che negli ultimi dieci anni avevano colpito in diverse parti d'Italia.
Ieri Franco Perfetti, una delle guardie giurate in pensione che faceva parte di quel commando ha patteggiato cinque anni, davanti al Gup di Tribunale di Pescara, Maria Gabriella Tascone.
Secondo l'accusa il ruolo della ex guardia giurata era fondamentale, soprattutto per i numerosi colpi compiuti ai danni dell'istituto di vigilanza di Chieti scalo, il vecchio istituto per cui l'uomo aveva lavorato.
Perfetti conosceva quindi le metodologie di lavoro e le eventuali vulnerabilità, oltre ai percorsi seguiti dai vari portavalori.
Era lui, secondo l'accusa, a fornire le informazioni precise che portavano a colpire con totale sicurezza.
Insieme a Perfetti, nella stessa operazione denominata "Ultimo Minuto", finì in carcere, fra gli altri, Massimo Ballone, ex componente della banda Battestini, che negli anni '80 ha imperversato tra Marche e Abruzzo con rapine e assalti sempre a portavalori.
Gli altri 21 imputati nell'ambito della stessa indagine dovranno comparire davanti al giudice per le udienze preliminari, il prossimo 28 aprile.
Il gruppo, secondo le ricostruzioni degli inquirenti, operavano sempre in gruppo di cinque, armati fino ai denti con mitra e kalasnikov.
In dieci anni avrebbero compiuto circa 20 assalti ai portavalori per un bottino totale che supera certamente i 4 milioni di euro.

[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/bdnews/article.php?storyid=5986 ]L'ARRESTO DI QUEI GIORNI[/url]

19/04/2008 9.47