Tangenti a Chieti, Cerritelli non risponde all'interrogatorio

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1204

CHIETI. Si è avvalso della facoltà di non rispondere. Non filtra di più dall'interrogatorio di ieri mattina di Luciano Cerritelli, 58 anni, arrestato sabato scorso per le tangenti nel settore commercio.


Cerritelli è il secondo impiegato coinvolto nell'inchiesta della squadra mobile di Chieti. Anche lui lavorava nel settore del Comune che rilascia le licenze commerciali, ufficio finito sotto l'occhio del ciclone dopo che il 20 marzo era stata portata a Madonna del Freddo Filomena Pellegrino, la prima impiegata che era stata individuata come terminale di tangenti per rilasciare licenze commerciali.
Tra l'altro l'avvocato di quest'ultima, in carcere quasi da un mese, ha chiesto la libertà per la sua assistita, non sussistendo, a suo parere, altre esigenze per le misure di custodia cautelare.
L'avvocato Franco Crocetta, che difende Cerritelli, non ha potuto far altro che confermare questa scelta processuale.
«Il fascicolo è molto corposo e la situazione appare molto complessa – ha spiega – il mio assistito per il momento non parla. E noi ci riserviamo altre iniziative quando sarà il momento».
Da altre fonti si apprende infatti che le intercettazioni telefoniche sono molte di più di quelle di cui si è parlato in questi giorni, ma se non si troveranno riscontri sarà difficile dire se le indagini coinvolgeranno altre persone.
Certo il meccanismo messo in piedi poteva essere denunciato prima, se qualcuno dei commercianti avesse parlato.
Ma l'ignoranza sulla materia e la fretta dei commercianti erano tante e su questo hanno giocato i due arrestati per chiedere tangenti.
Prima non rilasciando subito le licenze, liberalizzate dal governo, poi facendo balenare l'idea che si potevano accelerare i tempi pagando un cifra intorno ai 5.000 euro come buonuscita per chi riconsegnava una vecchia licenza.
La domanda alla quale debbono rispondere gli investigatori è se questo sistema "tangentaro" è limitato a pochi casi o se invece ha riguardato molti commercianti. Bisognerà risalire e circoscrivere anche il periodo esatto in cui è andato avanti il sistema.
Sebastiano Calella 16/04/2008 9.32