Rendine querela Di Michele. «Io, esposto al pubblico ludibrio»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1468

CHIETI. Il maestro Sergio Rendine, ex direttore Artistico del Teatro Marrucino di Chieti ha querelato Maurizio Di Michele, commissario straordinario del Teatro. A dicembre si era scatenato uno scontro di fuoco tra i due.



CHIETI. Il maestro Sergio Rendine, ex direttore Artistico del Teatro Marrucino di Chieti ha querelato Maurizio Di Michele, commissario straordinario del Teatro. A dicembre si era scatenato uno scontro di fuoco tra i due.Tra reciproche accuse e offese se ne sono dette di tutti i colori. La convivenza dei due era risultata talmente impossibile che l'ex direttore artistico decise di abbandonare il teatro. Oggi il maestro Rendine ha fatto sapere di non essersi ancora dimenticato della vicenda e ha presentato una denuncia querela tramite il proprio legale Vittorio Supino, per tutelare «il proprio onore, decoro e professionalità maturata nel corso degli anni sia a livello nazionale che internazionale».
«Nei comportamenti posti in essere da Di Michele», secondo il maestro Rendine, «sono ravvisabili gli estremi del reato di diffamazione».
Per l'ex direttore artistico le cose dette «risultano gravemente offensive e lesive sia dell'onore che del decoro e del prestigio professionale di chi, come il
sottoscritto, Maestro e Direttore Artistico, riconosciuto tale sia a livello
nazionale che internazionale, ha speso la propria vita esclusivamente per
l'arte».
Rendine sottolinea ancora che con le dichiarazioni dell'epoca «la mia immagine è stata esposta pubblicamente al ludibrio dei lettori e dei cittadini di Chieti e dell' hinterland in maniera distorta ed al solo scopo di denigrarne l'alta figura professionale e di recare pregiudizio al medesimo che solo
attraverso il ricorso all'Autorità Giudiziaria si potrà ripristinare sia pure se non per equivalente». Eventuali risarcimenti che il giudice di concedere per i danni «saranno interamente devoluti ad opere di beneficenza a favore di strutture umanitarie operanti sul territorio della Città di Chieti».

IL PRIMO SCONTRO
 
IL SECONDO
 
IL TERZO
 
03/04/2008 12.02