Una radiografia lo incastra: ovuli di eroina nell'intestino

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1188

MARTINSICURO. Lo ha incastrato una radiografia per la diagnosi di una sospetta frattura al bacino. In realtà i medici gli hanno trovato nell'intestino due ovuli pieni di eroina.
Giornata movimentata ieri per un giovane palestinese che mentre tentava di espellere degli ovuli pieni di eroina, ingoiati precedentemente, si è trovato faccia a faccia con i carabinieri.
Sprezzante del pericolo si è gettato dalla finestra. E' stato poi trasportato all'ospedale per essere sottoposto ad una radiografia. Si sospettava, infatti, una frattura del bacino.
Ma i medici hanno trovato in realtà qualcosa di ben più interessanti.
Altri due ovuli di eroina, ben chiusi e sigillati nell'intestino, che contenevano circa 50 grammi di sostanza stupefacente.
L'uomo li aveva ingoiati probabilmente per trasportarli al sicuro.
Dopo la visita in ospedale è stato arrestato insieme a due complici e trasportato al carcere di Castrogno a disposizione del magistrato.
I tre sono stati sorpresi in un appartamento durante una operazione antidroga.
Kessam El Haldi, palestinese di 26 anni, era stato sorpreso nel bagno del loro appartamento di Castel di Lama (Ascoli Piceno).
Con lui sono finiti in manette Ben Fredi Hassan (29 anni), tunisino e di Kamil Mostafa (36) marocchino, come lui clandestini: i tre erano stati seguiti dai carabinieri del nucleo operativo di Alba Adriatica fin dalla loro presenza a Martinsicuro, nel pomeriggio di ieri, dove avevano un incontro per la vendita degli ovuli di droga, poi saltata.
Al rientro nel loro appartamento nell'Ascolano, i militari hanno effettuato il blitz.
Nel corso della perquisizione sono stati rinvenuti altri 100 grammi di eroina.

DUE ALBANESI CON ARNESI DA SCASSO, DENUNCIATI

TORREVECCHIA TEATINA. Sono stati denunciati a piede libero due albanesi in possesso di arnesi da scasso e che si erano rifiutati di fornire le loro generalità. Stamattina sono stati accompagnati in questura per l'espulsione.
Si tratta di un 20enne ed un 27enne, entrambi albanesi. Il più grande era ricercato in quanto gli si doveva notificare un decreto di espulsione da parte della questura di Ascoli Piceno.
Entrambi, entro 15 giorni, dovranno lasciare il paese altrimenti saranno arrestati ai sensi della Legge Bossi/Fini. Inoltre i due dovranno subire un procedimento penale per il rifiuto di fornire le generalità e per il possesso ingiustificato di arnesi da scasso.

FURTO IN LIBRERIA, LO ACCIUFFANO POCO DOPO

TERAMO. Ieri sera i carabinieri di Teramo, sono intervenuti nelle vie del centro cittadino ed hanno arrestato G.D., 21enne, del luogo.
Il ragazzo poco prima, all'interno della cartolibreria "La Scolastica" situata in via D'Annunzio, si era impossessato di un portafogli contenente documenti vari ed una tessera bancomat di proprietà della titolare dell'esercizio, approfittando di una sua momentanea assenza. Il giovane è stato bloccato in piazza del Carmine dai militari dell'Arma e aveva ancora con se la tessera bancomat, mentre si era da poco disfatto del portafogli gettandolo in un cestino del Bar Comunale di via Rozzi. La refurtiva è stata recuperata e restituita alla proprietaria.

03/04/2008 10.35