«Iniziare a discutere seriamente della delocalizzazione di Lancianofiera»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

855

LANCIANO. Aprire un tavolo di confronto per discutere insieme della delocalizzazione di Lancianofiera. E’ stato questo uno dei temi principali che hanno accompagnato l’inaugurazione della 19esima edizione di “Abitare Oggi” che ha preso il via questa mattina.
Consorzio Fiera, Comune di Lanciano, Provincia di Chieti e Regione Abruzzo sono concordi nel ritenere indispensabile il trasferimento della sede dell'ente nella zona industriale della Val di Sangro, così da stabilire un legame ancora più solido tra istituzioni e mondo dell'impresa.
«E' positivo che si sia aperto un confronto sul futuro di Lancianofiera – ha puntualizzato il sindaco di Lanciano Filippo Paolini, ricordando la legge del 1995 con cui il Consorzio Fiera fu riconosciuto polo fieristico regionale – una grande scommessa che non può prescindere dal mettere insieme settore pubblico e operatori privati. In Val di Sangro viene prodotto un terzo del Pil abruzzese ed è quindi la naturale ubicazione di un polo che non vuole essere solo fieristico, ma anche di servizi all'impresa».
Sulla stessa linea il presidente della Provincia di Chieti Tommaso Coletti.
«E' necessario – ha sottolineato – avviare al più presto una discussione tra gli attuali soci del Consorzio e le istituzioni per valutare insieme il progetto della delocalizzazione in Val di Sangro e l'ingresso di nuovi soci nel capitale di Lancianofiera, ricorrendo anche ad alcuni finanziamenti regionali che potrebbero essere disponibili già da settembre prossimo».
Rassicurazioni da parte della Regione Abruzzo arrivano dalla consigliera regionale lancianese Maria Rosaria La Morgia, che ha espresso un parere favorevole sulla scelta della dirigenza del Consorzio Fiera di imprimere un corso nuovo ad “Abitare Oggi”, puntando sulle tematiche ambientali.
«Il tema della delocalizzazione – ha spiegato – è strategico per il futuro di Lancianofiera, che può puntare ad essere non solo il polo fieristico regionale, ma guadagnare un ruolo ancora più incisivo nell'intero territorio dell'Italia del centrosud. La Regione è vicina alla fiera e sono convinta che tutte le energie vadano concentrate sullo studio di un progetto di qualità per la nuova sede dell'ente».
Soddisfatto il presidente di Lancianofiera Donato Di Fonzo.
«Credo – ha rimarcato – che questo rinnovato impegno sul tema della delocalizzazione sia il riconoscimento più evidente al lavoro che è stato fatto finora dal Consorzio e della fiducia dei soci sui nuovi progetti di sviluppo che rappresentano una sfida da vincere con il sostegno di tutti».

28/03/2008 14.21