La Cassa Depositi e Prestiti torna a finanziare l'edilizia pubblica

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

630

PESCARA. Il direttore Generale della Cassa Depositi e Prestiti SPA ha affidato all'Ater di Pescara un mutuo fondiario dell'importo di €. 2.070.000 relativo ai lavori di demolizione e ricostruzione dell'edificio di via dei Pretuzii.
Una decisione importante e, per certi versi, sorprendente visto che da anni l'ente controllato dal Ministero dell'Economia e delle Finanze, aveva sospeso i prestiti per l'edilizia popolare considerata troppo a rischio.
Il consiglio d'amministrazione dell'Ater pescarese è riuscito così ad assicurarsi un cospicuo affidamento per far fronte all'emergenza abitativa in città.
L'azienda nelle scorse settimane ha portato a termine un programma di finanziamento di 45 alloggi da locare a canone concordato.
Abitazioni situate a Pescara in via Petruzii a Pescara. L'importo previsto per la realizzazione degli alloggi è di 4.500.000,00 €. Si tratta di lavori di demolizione e ricostruzione di un fabbricato. Appartamenti che saranno edificati «secondo le più moderne tecniche e nel pieno rispetto delle normative vigenti».
Tutti i lavori saranno realizzati «in conformità delle disposizioni di legge», senza barriere architettoniche, e perfettamente accessibile, visibile e facilmente adattabile.
Gli interruttori, i campanelli, le prese, i citofoni, i pulsanti di comando, ecc., saranno ubicati in posizione comoda per il diversamente abili. Per tutti gli edifici diventa obbligatorio l'uso di fonti rinnovabili (solare termico o geotermica) per la produzione di almeno il 50% dell'acqua calda sanitaria e di impianti fotovoltaici. Nell'esecuzione dell'impianto verranno osservate oltre alle disposizioni per il contenimento dei consumi energetici, anche le vigenti prescrizioni riguardanti la sicurezza, l'igiene, l'inquinamento dell'aria, delle acque e del suolo.

27/03/2008 9.59