Sangritana. Convegno su "infrastrutture lineari e frammentazione ambientale"

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

893

LANCIANO. Dal 12 marzo al 9 aprile prossimi la Sangritana ospiterà 5 incontri di formazione e confronto sulla tematica della Frammentazione ambientale dovute alle infrastrutture lineari per la mobilità.
Sangritana, Università dell'Aquila e al WWF Abruzzo affronteranno e si confronteranno sulle modalità da implementare nella progettazione e nell'ammodernamento e recupero delle infrastrutture lineari, con particolare attenzione a quelle ferroviarie.
«La configurazione delle aree protette dell'Italia centrale viene ormai da anni individuata, nelle sedi di dibattito culturale e scientifico, come “sistema dei parchi”. In realtà, al di là di questa iconografia, l'insieme dei parchi è ben lungi dall'essere “sistema”, ovvero organismo composito costituito da elementi tra loro collegati e interdipendenti – esordisce il Prof. Bernardino Romano, docente di Land Planning all'Università dell'Aquila e membro del Comitato Scientifico del Wwf Italia – Dal concetto di tutela insulare si deve passare a quello di sistema o come spesso impropriamente si sente parlare di “rete”. I maggiori problemi – continua Romano - emergono, oltre che nella pianificazione degli spazi urbani, soprattutto nella progettazione delle vie di comunicazione, responsabili prime delle cesure e della insularizzazione degli ecosistemi; la progettazione è mirata alla massima efficienza dei trasporti, ma ancora sostanzialmente indifferente alle gravi conseguenze sugli assetti ambientali delle aree attraversate».
«Le considerazioni del Prof. Romano sono centrali per una regione che ha l'importanza, in termini di Biodiversità, dell'Abruzzo: basti pensare all'Orso Marsicano o al Lupo. In Abruzzo, per un nuovo sistema dei trasporti, è importante che le opere che si costruiscono, o le vecchie che si ammodernano, non si limitino ad avere impatto nullo sull'ambiente. Dobbiamo sforzarci, perché è possibile farlo, perché le nuove opere vadano a migliorare la qualità ambientale degli ecosistemi che attraversano – afferma Andrea Natale, consigliere d'amministrazione della Sangritana delegato alle Politiche attive per la sostenibilità».
«Vista la valenza è l'importanza della tematica abbiamo voluto aprire l'Azienda e consentire ai tecnici di altri enti, in particolare comunali, alle scuole del territorio, alle associazioni ambientaliste e ai cittadini di partecipare – continua la Presidente Loredana Di Lorenzo - Infatti gli incontri del 12 Marzo e del 9 Aprile saranno aperti alla partecipazione e si terranno presso la Sala Polivalente della Sangritana».

10/03/2008 10.53