Un centro espositivo della Camera di Commercio all’ex Foro Boario

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

759

CHIETI. La Camera di Commercio di Chieti ha presentato ai rappresentanti del mondo istituzionale ed economico abruzzese lo stato dei lavori del Centro espositivo e di servizi in corso di realizzazione presso l’area dell’ex Foro Boario in Località Madonna delle Piane a Chieti Scalo.
Il complesso, si estende su una superficie di circa 65 mila mq. ed è situato al centro della area metropolitana Chieti-Pescara, zona strategica in quanto situata in prossimità del Polo universitario e degli svincoli di importanti nodi stradali per l'accesso all'asse attrezzato, all'Autostrada A14, all'aeroporto e all'interporto.
Il Centro espositivo e di Servizi è un'opera di grande rilievo nella quale l'amministrazione della Camera ha creduto sin dall'inizio contribuendo con forti risorse, con l'obiettivo di dotare il nostro territorio di una struttura polivalente dedicata alle manifestazioni promozionali e alle attività congressuali.
All'incontro di sabato hanno partecipato circa 80 persone, tra i quali il Senatore Giovanni Legnini, l'Onorevole Lanfranco Tenaglia oltre a numerosi esponenti del Consiglio e della Giunta regionale, del Consiglio provinciale di Chieti, insieme a numerosi Sindaci della provincia e ad esponenti delle associazioni di categoria e delle organizzazioni professionali.
«L'occasione – ha spiegato il Presidente della Camera di Commercio di Chieti Dino Di Vincenzo – ha lo scopo di informare tutti i portatori di interessi degli investimenti effettuati per la riqualificazione dell'area e di confrontare con i protagonisti istituzionali ed economici i progetti e le strategie per il migliore utilizzo del nuovo complesso al servizio del territorio dell'intera Val Pescara».
«Compito della Camera di Commercio – ha aggiunto Di Vincenzo – è di creare le condizioni migliori per un rilancio competitivo della provincia: un ambiente favorevole all'iniziativa imprenditoriale, mercati flessibili e dinamici, servizi avanzati per il mondo del lavoro, importanti investimenti sul piano della ricerca e dell'innovazione tecnologica e soprattutto importanti infrastrutture moderne e funzionali a servizio della comunità».

Questo è un fattore strategico sul quale la Camera di Commercio ha investito molto, per aiutare il territorio a fare un salto di qualità.
E l'opera, secondo i promotori, che forse più testimonia l'impegno in questo senso è senza dubbio la riqualificazione dell'area “ex Foro Boario” di Chieti Scalo che ha consentito la realizzazione della sede distaccata della Camera e, soprattutto, del Centro Espositivo e di Servizi.
«Tutto questo però – ha precisato Di Vincenzo – non si sarebbe potuto realizzare se non ci fosse stata la condivisione di questo obiettivo con le altre istituzioni. Per la realizzazione di parte di questa importante infrastruttura, infatti, la Camera ha ottenuto dalla Regione Abruzzo un finanziamento di 2 milioni di euro tramite l'intervento del Comune di Chieti che, quale soggetto legittimato a veicolare alla Camera il finanziamento regionale, ha presentato l'istanza al CIPE, individuando la Camera quale soggetto attuatore di tale progetto. La Camera è comunque intervenuta anche con fondi propri».
I rapporti tra la Camera ed il Comune di Chieti sono regolati da un'apposita convenzione che prevede, tra l'altro, l'utilizzazione del Centro, da parte del Comune, per convegni ed iniziative analoghe secondo un programma preventivamente concordato.

Le opere che sono già state portate a compimento sono:
• la ristrutturazione dell'edificio destinato a sede degli uffici e dei servizi alle imprese;
• la realizzazione di due padiglioni espositivi;
• gli interventi di urbanizzazione a servizio dell'area.
Terminati tutti gli interventi previsti, il complesso sarà dotato di:

- spazi espositivi al coperto, per complessivi 8.100 mq.;
- parcheggi per oltre 350 posti auto;
- superfici coperte da destinare ad uffici pubblici, sale appositamente attrezzate per la formazione, sale convegni e spazi destinati a servizi, per complessivi 3.800 mq.;
- teatro all'aperto per manifestazioni varie.

L'investimento complessivo riguardante l'intera opera si aggira intorno a 15 milioni di euro.

10/03/2008 10.25