Alitalia. Anche il Tar ferma Toto. Continua trattativa esclusiva con Air France

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

928

ROMA. Il Tar del Lazio ha deciso di non sospendere in via cautelare, come richiesto dalla Ap Holding di Carlo Toto, la capogruppo di Air One, la procedura tra la Air France e Alitalia. «Non è provata la irreparabilità del danno». Formigoni: «sentenza aberrante».





ROMA. Il Tar del Lazio ha deciso di non sospendere in via cautelare, come richiesto dalla Ap Holding di Carlo Toto, la capogruppo di Air One, la procedura tra la Air France e Alitalia. «Non è provata la irreparabilità del danno». Formigoni: «sentenza aberrante».
La decisione del Tar è stata presa ieri al termine di una camera di consiglio durata circa tre ore. Nell'ordinanza si motiva la decisione con un «non sussistono i presupposti per l'accoglimento dell'istanza cautelare, sia per la carenza di elementi di irreparabilità del danno, sia per la mancanza di fumus boni iuris».
«Prendiamo atto del provvedimento», recita un comunicato della Ap Holding, «e restiamo in attesa di conoscerne le motivazioni».
Toto fa comunque sapere che Air One farà ricorso al Consiglio di Stato «per far valere le nostre ragioni. Il nostro progetto rimane pronto, solido e a disposizione del Paese».
Adesso si dovrà attendere la sentenza di merito: i giudici hanno quaranta giorni di tempo per la motivazione.
Ap Holding aveva presentato ricorso al Tar del Lazio dopo l'esclusione dalla seconda fase della trattativa per l'acquisizione della compagnia da parte del cda di Alitalia del 21 dicembre scorso, e la conferma di questa decisione da parte del ministero dell'Economia il 28 dicembre.
Air France intanto potrà andare avanti e a metà della prossima settimana il presidente e amministratore delegato di Air France-Klm, Jean Cyril Spinetta, arriverà in Italia per avviare il confronto sul piano industriale con i sindacati.
I tempi stringono, ed entro il 14 marzo la compagnia aerea francese dovrà presentare un'offerta vincolante. E se per Alitalia la partita potrebbe dichiararsi già conclusa c'è chi non si arrende: «la battaglia per difendere il diritto dei cittadini del Nord e dell'Italia a volare in tutto il mondo proseguirà comunque», ha commentato il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, definendo «aberrante» la tesi esposta al Tar da Alitalia.

21/02/2008 8.22