Stabilimento per disabili a Martinsicuro, il progetto rimarrà in vita

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

845

MARTINSICURO (TE). In Consiglio è stato approvato un ordine del giorno a sostegno dell’Anffas, Associazione Nazionale Famiglie Fanciulli e Adulti Subnormali.
A maggioranza ieri il Consiglio ha approvato l'ordine del giorno, presentato dal Leandro Di Donato e Gabriele Di Simone (Pd), Luigi Puca (Pdci) e Raimondo Strattoni (Rifondazione Comunista), contro la decisione del Comune di Martinsicuro di ritirare la concessione demaniale riservata all'Anffas, per la realizzazione dello stabilimento “Adriatico Handisport 2000”.
Con l'ordine del giorno si chiede al Consiglio comunale di rivedere la scelta fatta, con la quale è a rischio il finanziamento concesso dalla Presidenza del Consiglio dei ministri nel 2000 per realizzare la struttura.
Il consiglio, con il solo voto contrario del consigliere Udeur Sabatino Marziani, ha approvato la delibera della Sup, che ha bocciato il Piano di recupero dell'area ex Fornace Carradori di Sant'Onofrio, nel comune di Campli, perché non compatibile con le previsioni del Piano Territoriale Provinciale, e la sdemanializzazione del tratto stradale sp 26 in località Pluvicciano di Canzano. Alcuni punti del tratto stradale, a seguito di lavori di sistemazione e pavimentazione, infatti, sono stati dismessi, e adesso saranno alienati.
Il consiglio, inoltre, all'unanimità ha approvato il piano di area della ditta Veral di Sant'Omero, in variante al PRG del Comune, che riguarda l'espansione dell'attività esistente nella zona industriale di Poggio Morello.
Con i soli voti della maggioranza, infine, è stato approvato il riconoscimento del debito fuori bilancio, che vincola l'ente al pagamento di 12.845,84 euro ai proprietari di un fabbricato a Castellalto, frazione di Santa Lucia, lesionato a causa delle vibrazioni prodotte dal passaggio dei mezzi sulla strada provinciale 19, dove si era formata una buca.
13/02/2008 15.30