Ricettazione e riciclaggio: la Gdf arresta imprenditore di Tortoreto

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1014

TORTORETO (TE). Un'ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata eseguita nella mattinata di oggi dai militari della Guardia di Finanza della Compagnia di Giulianova nei confronti di un imprenditore di Tortoreto accusato di ricettazione e riciclaggio di oggetti preziosi.
Si tratta di un imprenditore già noto alle Fiamme Gialle di Giulianova.
L'imprenditore era stato sottoposto a controllo nei mesi di dicembre
2006 ed agosto 2007 quando furono rinvenuti all'interno della propria autovettura e presso l'abitazione circa 50 kg di metalli preziosi, oro ed argento, oltre a monete e reperti, risalenti all'età imperiale, (periodo storico dal I secolo avanti cristo al V secolo dopo Cristo).
Le successive indagini svolte dai militari della Compagnia di Giulianova e coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Teramo hanno permesso di individuare la provenienza della merce, grazie anche ai numerosi riconoscimenti da parte di persone che avevano denunciato alle autorità di polizia il furto.
Le fiamme gialle hanno così scoperto che l'imprenditore periodicamente provvedeva a smistare il tutto presso ditte specializzate nella raccolta e fusione di oro usato.
La certosina ricostruzione della provenienza della refurtiva ha, inoltre, consentito di accertare, tra l'altro, l'attività di riciclaggio.
A conclusione delle attività investigative il Giudice per le indagini preliminari ravvisando la sussistenza di gravi indizi di colpevolezza ne ha disposto l'arresto.


12/02/2008 16.57