Vigile promosso. Assolto ex sindaco Montesilvano Renzo Gallerati

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2196

MONTESILVANO. L'ex sindaco di Montesilvano, Renzo Gallerati, e' stato assolto dal tribunale collegiale di Pescara, presieduto dal giudice Paolitto, dall'accusa di abuso, «perche' il fatto non costituisce reato per mancanza di dolo».
La vicenda risale ad un periodo di tempo compreso tra il 1999 e il 2004, durante il suo secondo mandato da sindaco.
Secondo l'accusa Gallerati, nella sua qualità di sindaco, aveva assegnato la prima qualifica dirigenziale al vice comandante della polizia municipale, Sergio Agostinone, che dunque era diventato comandante, pur essendo Agostinone privo dei requisiti richiesti dalla legge, cioe', del diploma di laurea.
Con l'assegnazione della prima qualifica dirigenziale, sempre secondo l'accusa, Gallerati avrebbe procurato un ingiusto vantaggio patrimoniale a Sergio Agostinone di oltre 200 mila euro.
Anche il pm, Barbara Del Bono, ha chiesto per Gallerati, difeso dall'avvocato Ugo Di Silvestre, l'assoluzione.
L'avvocato Di Silvestre, difensore di Gallerati, ha spiegato che il comando della Polizia municipale era stato assegnato al vice, cosa prevista dal regolamento interno dei vigili, perchè più avvisi di concorso non avevano prodotto la nomina del vincitore idoneo a ricoprire quel ruolo.
Agostinone ha partecipato dopo la sua esperienza da vigile, terminata con la pensione, alla tornata elettorale. Nel 2004 si è presentato con la lista Insieme per Montesilvano per poi passare qualche tempo dopo nelle fila dell'Udc.

11/02/2008 16.24