La Sangritana costruirà un binario per i treni nel Porto di Punta Penna

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2904

La Sangritana costruirà un binario per i treni nel Porto di Punta Penna
VASTO. Gli Amministratori di centro sinistra dell’Alto e Medio Vastese hanno incontrato i vertici della Sangritana: il presidente, Loredana Di Lorenzo, e il Direttore Generale, Luigi Nuzzo e il Consigliere d’Amministrazione Gianni Quagliarella.
L'incontro, promosso dal Consigliere regionale, Antonio Boschetti (Pd), è stato voluto per definire le prossime strategie di collaborazione tra Sangritana e Comuni del Vastese, ed i futuri investimenti che l'Azienda di trasporti intende effettuare su questo territorio.
In particolare, Di Lorenzo ha accolto le sollecitazioni del Consigliere Boschetti per una politica di espansione delle attività di trasporto nell'indotto industriale di Vasto e San Salvo stanziando 5milioni di euro per la costruzione di un binario di penetrazione nel porto di Punta Penna, a Vasto.
In futuro, inoltre, potrebbe essere stanziato un ulteriore milione di euro per l'allacciamento all'anello di collegamento all'Autoporto di San Salvo.
«Cifre importanti che segnano il coronamento della crescita del sistema logistico nell'agglomerato Vasto – San Salvo, portandolo ad essere sempre più competitivo», sostengono dalla Sangritana.
Di Lorenzo, inoltre, ha manifestato il suo impegno nel voler incontrare i vertici di Trenitalia Cargo per prospettare una soluzione alla chiusura dello scalo merci Vasto – San Salvo.
«Se per Trenitalia è diventato troppo oneroso gestire lo scalo vastese – ha dichiarato la Presidente della Sangritana - noi abbiamo tutte le competenze tecniche per farlo. Ma la prospettiva di chiudere lo scalo va scongiurata per non arrecare danni all'economia locale. Senza contare che un simile risoluzione è decisamente controtendenza, vista la naturale vocazione industriale degli indotti vastese e sangrino».
Sulla necessità di non sopprimere lo scalo merci di Vasto, intanto, il Consigliere Boschetti sta organizzando un convegno, previsto per marzo, in cui esperti e tecnici, nonchè rappresentanti delle industrie locali, spiegheranno quanto importante sia lo scalo vastese anche in relazione all'imminente progetto delle Autostrade del Mare, che vede il territorio vastese coinvolto significativamente.
Gianni Quagliarella ha invece sottolineato come l'Azienda sia sempre più proiettata ad implementare i suoi servizi su tutto il territorio del Basso Abruzzo e non più solo in area frentana.

04/02/2008 13.29