Nuovi locali per il Tribunale e un centro giochi per bambini

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1016

Nuovi locali per il Tribunale e un centro giochi per bambini
PESCARA. Si è svolto ieri mattina un incontro per definire alcuni problemi gestionali e strutturali del nuovo polo giudiziario pescarese.
Il sindaco di Pescara, Luciano D'Alfonso, si è recato presso il Palazzo di Giustizia per partecipare alla Commissione Mantenimento Uffici Giudiziari. Erano presenti tutti i componenti dell'organismo quali il Presidente del Tribunale, Luigi Grilli, il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Pescara, Nicola Trifuoggi, il Magistrato di Sorveglianza, il Coordinatore dell'Ufficio del Giudice di Pace, e un rappresentante del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati.
Alla riunione, inoltre, sono intervenuti anche l'assessore comunale, Camillo D'Angelo, e il dirigente al patrimonio Guido Dezio.
Oggetto della riunione è stata l'assegnazione di nuovi locali ad uso del Palazzo di Giustizia. In particolare la Commissione, all'unanimità, ha deliberato di assegnare dei locali idonei per lo svolgimento delle rispettive attività alla Camera Penale e al Sindacato degli Avvocati.
Inoltre, la Commissione ha espresso parere favorevole alla proposta del Comune di Pescara di trasferire all'interno del Palazzo gli uffici dei Servizi sociali per i minorenni d'Abruzzo del Ministero della Giustizia, in modo da liberare l'edificio denominato “ex Monopoli” in cui sono attualmente ubicati e dove, come da accordi con l'Agenzia del Demanio, con il Provveditorato alle Opere Pubbliche e l'Arma dei Carabinieri, sorgerà la nuova Caserma Provinciale dei Carabinieri.
«Ma il punto più interessante e al tempo stesso innovativo affrontato nel corso dell'incontro», ha detto D'Alfonso al termine della riunione, «è quello relativo alla realizzazione di un Centro giochi presso il Palazzo di Giustizia, dedicato ai bambini e alle famiglie degli operatori che lavorano presso il Tribunale. Si tratterebbe della prima struttura di questo tipo ad essere realizzata in Italia presso un Tribunale».
Al riguardo, sarebbero stati individuati già i locali e sarebbero in corso le verifiche tecniche del caso, a seguito delle quali si potrà procedere con i lavori necessari a rendere la struttura ospitale e perfettamente idonea a svolgere la funzione di centro giochi.
Per la gestione di tale struttura, inoltre, si è già reso disponibile l'Ordine degli Avvocati.
26/01/2008 9.54