La crisi Bluradia finisce al Ministero

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1366

TERAMO. La crisi dell'azienda Bluradia di Colonnella che da lunedì ha licenziato 196 lavoratori e la crisi economica della Vallata del Tronto, nel Teramano, saranno al centro dell'incontro che l'assessore al Lavoro, Fernando Fabbiani, terrà lunedi prossimo, 28 gennaio, alle ore 15, nella sede del Ministero dello Sviluppo economico.

Lo ha annunciato lo stesso assessore Fabbiani durante la seduta straordinaria del Cicas, riunita ieri pomeriggio nella sede della Regione, dedicata alla vertenza Bluradia.
«Accanto alla vertenza delle maestranze dell'azienda di Colonnella porteremo in sede ministeriale dati e materiali sulla crisi delle aziende della Vallata del Tronto così da avviare una procedura per arrivare ad un protocollo d'intesa sulla crisi di questa zona dell'Abruzzo - ha spiegato Fabbiani - in questo modo seguiremo procedure e criteri già attuati per la crisi delle aziende della Valle Peligna e dell'Alto Sangro».
Allo stato attuale della vertenza Bluradia, ascoltati l'assessore al Lavoro della Provincia di Teramo, Francesco Zoila e i rappresentanti delle organizzazioni sindacali, l'assessore Fabbiani ha precisato che «per ora il Cicas non potrà intervenire,infatti in presenza di un verbale di mancato accordo tra le parti non possono essere utilizzati ammortizzatori in deroga».
«Nonostante la disponibilità del Comitato e dell'assessore Fabbiani a intervenire con misure a sostegno dei lavoratori – ha commentato al termine dell'incontro l'assessore provinciale al Lavoro, Francesco Zoila , promotore della riunione di ieri – non si è potuto far altro che prendere atto della nuova situazione in attesa della riunione che si svolgerà lunedì prossimo a Roma quando la vicenda della Bluradia verrà affrontata in un più ampio contesto che riguarda le numerose crisi aziendali fra le vallate del Tronto e della Vibrata»

23/01/2008 10.23