Area di risulta. «D’Alfonso, altolà: questa è una rapina (per la città)»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

3239

Area di risulta. «D’Alfonso, altolà: questa è una rapina (per la città)»
PESCARA. «Fermatelo se potete», «sindaco, fermati finchè sei in tempo», «consiglieri comunali attenti a ciò che approvate», «una procedura da fermare e già cassata dal Tar». Glielo hanno detto in tutti i modi i consiglieri di centrodestra al primo cittadino Luciano D’Alfonso, appena sbarcato da un aereo AirOne di ritorno da Zagabria per una «importante missione di politica estera». Ma nulla fermerà sindaco e giunta, questo è chiaro e c’è da scommetterci. Per questo la città si avvia verso l’ennesimo punto di non ritorno.
La parola magica è «area di risulta», un concetto che nasconde guadagni per circa 400milioni di euro sicuri per le casse dell'imprenditore Carlo Toto che se non riuscirà ad incamerarsi l'Alitalia potrà di sicuro contare su un appalto già vinto e dove non ci si rimette, anzi si guadagneranno cifre importanti in 29 anni di concessione di parcheggi della città.
Ieri il centrodestra aveva già “sbraitato” a caldo dopo aver scoperto 3 delibere niente affatto trascurabili.
E non è che si potrà parlare di «commistione strumentale» accostando un viaggio gratuito a Zagabria con la procedura irregolare già valutata tale dal Tar e sotto la lente della procura di Pescara che ne sancirà eventuali illeciti penali.
La commistione è stata voluta proprio dalla giunta che ha inserito tra due delibere approvate la 41 e la 43, riguardanti la procedura dell'appalto dell'area di risulta, la numero 42 nella quale la giunta decide di fare proprie due lettere di invito alla sponsorizzazione recapitate a Toto spa e ItaliAirlines srl.
Ma sui diversi punti (già illustrati ieri) si registrano le prese di posizione della amministrazione comunale.

DEL VECCHIO (PD):«FAREMO DI TUTTO PER GIUNGERE ALLA DEFINIZIONE»

«Anche per quanto riguarda la definizione dell'appalto in concessione delle Aree di Risulta», ha detto il consigliere Enzo Del vecchio, per l'occasione portavoce della giunta, «questa amministrazione compirà tutti gli atti necessari per far sì che si possa giungere al più presto alla sua definizione».
Nel merito Del Vecchio ritiene che «il Tribunale adito ha operato sul ricorso di Codici Onlus, un annullamento parziale degli atti di gara per l'affidamento degli interventi di riqualificazione delle Aree di Risulta e pertanto ha disposto che, prima dell'aggiudicazione della gara, il Consiglio Comunale dovesse esprimersi su due punti specifici:
• La disciplina generale delle tariffe dei parcheggi situati in zone non ricomprese nell'area di risulta della stazione ferroviaria di Pescara
• L'accesso alla Ztl tramite varchi elettronici.
A tali prescrizioni, l'amministrazione comunale di Pescara sta dando esecuzione, non ritenendo però di potersi esimere dall'impugnativa di una sentenza che, anche solo in parte, ha accolto il ricorso proposto da Codici Onlus».
Infatti con le due delibere 41 e 43 si decide di impugnare la sentenza del Tar e nello stesso tempo si stabilisce il passaggio in consiglio comunale prescritto nella sentenza in via di impugnazione.

LA PAR CONDICIO TRA TOTO E ITALIAIRLINES

Per quanto riguarda quelli che Del Vecchio chiama «voli istituzionali svolti per conto del Comune di Pescara» il consigliere portavoce assicura che sempre le richieste di sponsorizzazioni sono state «rivolte a più compagnie locali in grado di assicurare il servizio».
Così la notizia nuova è che a Pescara giungerà dal cielo anche Giuseppe Guazzetti, presidente della Fondazione Cariplo ma questa volta tutte le spese saranno sostenute dalla compagnia concorrente, la ItaliAirlines appunto.
Ecco tutto.
Dov'è lo scandalo, sembrano domandarsi tutti in Comune.
Infatti, si è sempre usato così fin dai tempi… dell'invenzione dell'aereo.
Così hanno fatto (ricorda Del Vecchio che non riesce proprio ad abbandonare la logica del “sì, però anche loro…”) anche quelli del centrodestra per esempio per sostenere la candidatura dei Giochi del Mediterraneo che quando era il loro turno hanno svolazzato per tutta Europa.
Cosa ci guadagnano gli imprenditori?
Di sicuro qualcosa, visto che si parla di “sponsorizzazioni” (e non di liberalità) dove c'è un soggetto che paga (lo sponsor) per ricevere visibilità (pubblicità) esattamente come accade in tv, alla radio, sul web.
Nel caso degli aerei il prezzo pagato è la messa a disposizione dell'aereo stesso con tutte le spese che ne comporta. Ma la visibilità che ne deriva all'imprenditore e all'impresa come viene realizzata dal Comune?
Secondo lo stesso centrodestra potrebbe parlarsi meglio di “liberalità” cioè concessione di servizi gratuita per il Comune.
Un regalo insomma.
Ma la prova che sul punto lo stesso centrosinistra non ha le idee chiare e fa confusione sta in una dura nota di replica ad un articolo di PrimaDaNoi.it (che unico quotidiano abruzzese riprendeva un articolo dell'Espresso -era il 9 gennaio 2007) nella quale l'allora portavoce Marco Presutti parlava espressamente di "liberalità" dell'imprenditore a favore del sindaco e del Comune tutto.
«Le liberalità dei privati», Presutti dixit, «sono frutto della stima e della condivisione dell'operato della Giunta D'Alfonso per la riqualificazione e lo sviluppo della città, e non hanno alcuna contropartita».
Oggi le cose vengono descritte in maniera diversa. Evidentemente qualcosa è cambiato.
Ad ulteriore chiarimento spulciando su qualunque manuale di diritto privato si può leggere: la sponsorizzazione è «un contratto a prestazioni corrispettive e a carattere oneroso. Non è ipotizzabile, cioè, un contratto di sponsorizzazione a carattere gratuito».

ANCORA L'OPPOSIZIONE ALL'ATTACCO

Nella conferenza stampa di questa mattina sono stati ribaditi con forza dal centrodestra i concetti già espressi più volte sulle «irregolarità molteplici» realizzatesi nell'intera procedura e «l'annullamento della gara da parte del Tar».
Si è parlato di «avventurismo» della giunta e di «spregiudicatezza senza scrupoli».
«Non si capisce tutta questa fretta della giunta che deve per forza andare avanti nelle more di procedimenti amministrativi e penali», ha detto il senatore Andrea Pastore (Fi), «i danni che ne verranno chi li pagherà?»
«La città intera», ha spiegato Delfino, «visto che si chiuderà il centro della città e lo si terrà a pagamento per 30 anni –che poi erano 29- mentre a Città Sant'Angelo nel nuovo outlet il parcheggio sarà gratuito e ci saranno tutti i giorni i giocolieri».
«Le conseguenze amministrative e penali potrebbero però pagarle anche i consiglieri comunali qualora voteranno le delibere che la giunta ha proposto», ha spiegato Berardino Fiorilli, «dunque dico loro: attenti a quello che votate, leggete attentamente le carte».
«Tutte le procedure messe in campo da questa amministrazione», ha detto Carlo Masci (Udc), «sono state bocciate dal Tar perché per una volta non si può pensare al bene della città? Forse perché si perseguono altre finalità».
«C'è tanta arroganza e spregiudicatezza negli atti del sindaco e della giunta», ha ribadito Nazario Pagano(Fi), «quello che si appresta a votare a 3 mesi dalle elezioni è una ipoteca pesante sulla vita della città per i prossimi 30 anni. Ma quello che è peggio è che la gente non vede quella assoluta trasparenza, legalità, limpidezza che pretende in tutto l'agire amministrativo. La gente lo esige molto più di ieri. Forse bisognerebbe considerare anche questo».
Il centrodestra ha promesso, poi, «barricate» nel prossimo consiglio comunale.

ANCORA DEL VECCHIO

«Questa maggioranza affronterà le predette barricate con lo spirito e l'auspicio di dare la giusta definizione dell'appalto in concessione delle Aree di Risulta attraverso tutti gli atti necessari per far sì che si possa giungere al più presto alla sua conclusione», ha detto ancora Del Vecchio.

19/01/2008 13.46

ACERBO (RC):«AVVIARE UNA SERIA RIFLESSIONE»

«Nel mentre si decide se approvare o meno quelle delibere, sarebbe il caso però di avviare una riflessione al di là degli scontri polemici. A livello nazionale le forze del centrodestra, all'unisono col PD, sono favorevoli al project financing e lo vorrebbero incentivare in tutti i settori, dalle carceri alle scuole. A Pescara non ho ancora capito se il centrodestra e l'IdV pensano che sia giusto il ricorso al project financing, ma ritengono soltanto che sia doveroso ricominciare la gara da zero per evitare errori procedurali e/o favoritismi nei confronti di un imprenditore».
Maurizio Acerbo, consigliere e deputato di Rc parla di «dovere di una proposta» spingendo, oltre alle polemiche, ad una riflessione “costruttiva”.
«Non ho neanche capito», dice, «se sono contrari alla ztl a prescindere, chiunque la gestisca. Non è chiaro poi se la critica si estenda anche al progetto di sistemazione, fedele agli obiettivi del piano regolatore e quindi privo di volumi destinati ai privati. Ma soprattutto non ho capito in quale maniera l'opposizione intenda reperire le risorse per procedere alla definitiva sistemazione dell'area».
«Ricordo che negli anni della giunta di centrodestra il Polo», ha spiegato ancora Acerbo, «si era diviso su almeno due progetti diversi di sistemazione che, se ricordo bene, prevedevano un forte aumento delle volumetrie rispetto al PRG e l'inserimento di funzioni commerciali, terziarie e residenziali private. Rimane quella la posizione della Casa delle Libertà ?».
Il messaggio di Rifondazione dunque è chiaro: è sacrosanto criticare ma è dovere di tutti proporre alternative concrete.
Nelle diverse conferenze stampa del centrodestra sono sempre state chiare alcune posizioni: «procedura viziata: ricominciare da zero», ma sempre riferendosi alla medesima idea di progetto di finanza.
E' anche vero che sempre il centrodestra ha anche affermato:«noi per l'area di risulta abbiamo altre idee», senza tuttavia chiarirle.

21/01/2008 7.48

[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/bdnews/article.php?storyid=13077]LE RECENTI SENTENZE DEL TAR (DOCUMENTO INTEGRALE)[/url]
[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/bdnews/article.php?storyid=13050]SENTENZE TAR:L'ANNUNCIO DEL COMUNE[/url]
[url=http://www.primadanoi.it/search.php?query=area+di+risulta&mid=6&action=showall&andor=exact]TUTTI I NOSTRI ARTICOLI SULL'AREA DI RISULTA[/url]

[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/bdnews/article.php?storyid=7686]AEREI E POLEMICHE "ESPRESSE"[/url]
[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/bdnews/article.php?storyid=7722]LE TENDENZIOSITA' DI PRIMADANOI.IT[/url]


Visualizzazione ingrandita della mappa