Incendio centrale latte: 10 giorni per bonificare locali

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1092

L'AQUILA. Occorreranno almeno dieci giorni per bonificare i locali della centrale del latte dell'Aquila dopo l'incendio doloso di ieri notte. INCENDIO DOLOSO 
Nel frattempo, ha detto ieri il presidente del consiglio di amministrazione, Enzo Galano, durante una conferenza stampa, proseguirà la raccolta del latte che sara' lavorato grazie alla disponibilità mostrata dalla centrale di Roma.
«Il latte sarà regolarmente nei banconi dei negozi – ha detto - ma per gli altri prodotti, come lo yogurt e la panna occorrerà più tempo».
Attualmente i locali dove si e' verificato l'incendio sono stati posti sotto sequestro da parte dell'autorità giudiziaria.
I danni, ha aggiunto Galano, sono ancora in via di quantificazione.
Oltre all'automezzo distrutto e agli altri due danneggiati, ai 300 mila litri di latte persi, occorre aggiungere anche il costo della bonifica. Galano ha detto di non aver mai ricevuto minacce e di non avere alcun sospetto circa l'origine del gesto.
Nessuna conseguenza dovrebbe esserci sul piano occupazionale. Nella centrale del latte lavorano dieci addetti che andranno in ferie per il periodo di tempo necessario alla bonifica dei locali. Gli assessori ed i rappresentanti di categoria hanno lanciato l'invito a tutti i cittadini perchè consumino latte della centrale dell'Aquila per aiutare l'impresa a superare questo momento di difficoltà.
La Provincia e il Comune, inoltre, invieranno una nota agli esercenti di attività commerciali non vincolate dalla vendita di marchi esclusivi a commercializzare il prodotto.
Nella struttura vengono lavorati circa 200 quintali di latte al giorno.

LE INDAGINI CONTINUANO

Intanto continua senza sosta l'attività di indagine da parte degli agenti della Squadra mobile e della Sezione criminalità organizzata (Sco) della Questura dell'Aquila.
Gli inquirenti sono tornati anche ieri presso la centrale del latte, ancora posta sotto sequestro giudiziario per ascoltare altri operai che lavorano nella cooperativa.
Sul posto, a poche ore dal fatto, gli inquirenti avevano rinvenuto anche un accendino ed una torcia nei pressi del furgone andato completamente distrutto dal rogo.
Ieri mattina gli agenti di polizia, diretti dal sostituto commissario, Sabatino Romano, hanno rimesso un rapporto alla magistratura.


19/01/2008 9.09