Riqualificazione stadio Adriatico: firmato il contratto e palla al centro

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1614

PESCARA. Il contratto di appalto per la riqualificazione dello Stadio Adriatico è stato firmato questa mattina presso la Sala San Cetteo del Palazzo di Città. PROTOCOLLO di INTESA per la RECIPROCA RESPONSABILITA’SOCIALE
Alla riunione per la firma dell'atto erano presenti i rappresentanti dell'ATI Di Giampaolo-WalterTosto, che ha come capofila la ditta Di Giampaolo, e per il Comune il Sindaco Luciano D'Alfonso, l'Assessore allo Sport Rocco Persico, il Direttore Generale Antonio Dandolo, il Segretario generale Vincenzo Montillo, e il Responsabile del Procedimento Tommaso Vespasiano.
Dopo la formale lettura del contratto da parte del Segretario generale, il Sindaco Luciano D'Alfonso e l'imprenditore Paolo Di Giampaolo hanno apposto la loro firma sull'atto.
A breve, dunque, prenderà il via l'intervento principale in vista dei Giochi del Mediterraneo del 2009, che prevede lavori per un importo complessivo di 10.000.000 di euro.
«In particolare», ha spiegato il sindaco D'Alfonso,«con tale intervento si procederà alla completa messa a norma dell'impianto e a un riammodernamento generale della struttura. Come previsto nei termini del contratto, l'ATI che eseguirà l'intervento si è impegnata a portare a termine i lavori entro massimo 210 giorni. Il contratto, inoltre, prevede un premio di accelerazione qualora le due imprese riescano a riconsegnare l'impianto sportivo in minor tempo».
Il Sindaco D'Alfonso ha, inoltre, sottoposto all'imprenditore Paolo Di Giampaolo, rappresentante della ATI che effettuerà i lavori per lo Stadio, un protocollo di responsabilità sociale riguardante la messa in opera dell'intervento.
Con la firma di tale protocollo l'ATI Di Giampaolo – Walter Tosto si è impegnata ad assumere tutte le iniziative idonee a consentire il completamento dei lavori nella maniera più celere ed efficiente possibile, riconoscendone l'indubbia priorità per la città di Pescara e per l'intera regione.
Lo Stadio Adriatico, come si sa, ospiterà le cerimonie di apertura e di chiusura dei Giochi del Mediterraneo Pescara 2009. Il protocollo di responsabilità sociale, inoltre, prevede che i rappresentanti delle due ditte possano attivare dei tirocini dedicati a giovani e promettenti studenti, attinenti le tematiche di carattere tecnico ed amministrativo dell'intervento.

17/01/2008 14.33

[pagebreak]
PROTOCOLLO di INTESA per la RECIPROCA RESPONSABILITA'SOCIALE

REALIZZATRICE DEI LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA, AMPLIAMENTO ED ADEGUAMENTO ALLE NORME DI SICUREZZA DELLO “STADIO ADRIATICO” DI PESCARA


Casa Comunale
Pescara, 17 gennaio 2008

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA RECIPROCA RESPONSABILITA' SOCIALE TRA IL COMUNE DI PESCARA E L'A.T.I. INCARICATA DELLA REALIZZAZIONE DEI LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA, AMPLIAMENTO ED ADEGUAMENTO ALLE NORME DI SICUREZZA DELLO “STADIO ADRIATICO” DI PESCARA

L'anno duemillaotto, addì 17 del mese di gennaio, in Pescara, alla Casa Comunale, sono presenti i Signori:

- il Dottor Luciano D'Alfonso, nato a Lettomanoppello il 13.12.1965, domiciliato per la carica a Pescara, in Piazza Italia, 1, il quale interviene al presente atto nella sua qualità di Sindaco del Comune di “PESCARA”, con sede in Pescara, Piazza Italia, 1, codice fiscale DLFLCN65T13E558N, assistito dal Segretario Generale, Dott. Vincenzo Montillo;
- il Signor Paolo Di Giampaolo, nato a Pescara, il 24.01.1954, che interviene nella sua qualità di titolare della ditta “Paolo Di Giampaolo” quale procuratore per sé e in nome e per conto dell'Associazione Temporanea di Imprese costituita da “Paolo Di Giampaolo” e “Walter Tosto spa”;

Premesso
• Che con deliberazione di Giunta Comunale n. 626 del 24.07.2007, esecutiva nelle forme di legge, veniva approvato il progetto definitivo dei lavori di manutenzione straordinaria, riqualificazione, ampliamento ed adeguamento alle norme di sicurezza dello Stadio Adriatico- XIV Giochi del Mediterraneo Pescara 2009 dell'importo complessivo di € 10.000.000,00 e si prendeva atto del disciplinare di gara per l'appalto integrato, da esperire mediante procedura aperta e con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa;
• Che con determinazione dirigenziale n. 110/BC del 25.07.2007, esecutiva nelle forme di legge, si stabiliva di procedere all'affidamento dei suddetti lavori mediante appalto integrato, ai sensi dell'art. 19 comma 1 lett. b) della Legge 109/94 come previsto dall'art. 1, comma 3 del D. Lgs n. 6 del 27.01.2007, tramite procedura aperta, ai sensi dell'art. 54 e 55 del D. Lgs. 163/2006, e con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa, nel rispetto dell' art. 83, comma 1 del D. Lgs 163/06 ;
• Che la Commissione di gara, in data 22.11.2007, come risulta dal relativo verbale n. 10, ha aggiudicato provvisoriamente il suddetto appalto alla ATI “Di Giampaolo Paolo-Walter Tosto SpA” ;
• Che con determinazione dirigenziale n. 218/Bc del 27.12.2007, esecutiva nelle forme di legge, sono stati definitivamente aggiudicati all'appaltatore la progettazione esecutiva e l'esecuzione dei predetti lavori;

• Tenuto conto che detto appalto prevede, in particolare, che la progettazione esecutiva venga redatta entro 40 giorni naturali e consecutivi decorrenti dalla data del provvedimento del R.U.P., e che i lavori vengano ultimati entro 210 giorni naturali consecutivi decorrenti dalla data del verbale di consegna dei lavori;

• Dato atto che la realizzazione dei lavori di manutenzione straordinaria, ampliamento ed adeguamento alle norme di sicurezza dello “Stadio Adriatico” di Pescara costituisce per le società realizzatrici una priorità all'interno dei propri programmi di attività, e quindi un obiettivo “strategico” in termini di responsabilità sociale da raggiungere con efficienza ed efficacia nel pieno rispetto dei tempi concordati, dal momento che l'intervento in questione rappresenta la principale opera che l'Amministrazione è tenuta a compiere in vista dell'appuntamento storico della XVI^ edizione dei Giochi del Mediterraneo 2009 che si svolgeranno a Pescara e che da esso dipende l'ottimale riuscita dell'evento sportivo di rilevanza mondiale sopra citato;

• Tutto ciò esposto e premesso, che costituisce parte integrante e ragione del presente protocollo, si conviene quanto segue:

1. L'Associazione Temporanea di Imprese (A.T.I.) costituita da “Di Giampaolo Paolo e C. -Walter Tosto SpA”, individuata dal Comune di Pescara per la progettazione e l'esecuzione dei lavori di manutenzione straordinaria, riqualificazione, ampliamento ed adeguamento alle norme di sicurezza dello Stadio Adriatico in vista della XIV^ Edizione dei Giochi del Mediterraneo Pescara 2009, riconosce e dà atto che la realizzazione di detti interventi costituisce per le società realizzatrici una priorità all'interno dei propri programmi di attività, e quindi un obiettivo “strategico” in termini di “responsabilità sociale”, dal momento che l'intervento in questione, finanziato dal competente Ministero per l'importo di € 10.000.000,00, rappresenta la principale opera che l'Amministrazione è tenuta a compiere in vista dello storico appuntamento della XVI^ edizione dei Giochi del Mediterraneo 2009, che si terrà a Pescara, e che dalla puntuale e tempestiva esecuzione di detti lavori dipende l'ottimale riuscita ed il corretto svolgimento dell'evento sportivo di rilevanza mondiale che la città ospiterà il prossimo anno;

2. La stessa Associazione Temporanea di Imprese, quindi, condivide e sottolinea la necessità che i lavori di manutenzione straordinaria, riqualificazione, ampliamento ed adeguamento alle norme di sicurezza dello Stadio Adriatico siano portati avanti con priorità rispetto a qualsiasi altro intervento da parte delle società incaricate, così da garantire il pieno rispetto della tempistica prevista dagli accordi contrattuali, in ragione del fatto che lo Stadio Adriatico costituisce il fulcro dell'organizzazione dei Giochi del Mediterraneo 2009, in quanto è destinato ad ospitare le cerimonie di apertura e chiusura ed i principali eventi sportivi nel corso della manifestazione sopra indicata, ed al tempo stesso rappresenta la sede degli incontri della locale squadra di calcio per i quali è indispensabile la piena funzionalità degli impianti anche per motivazioni legate alla sicurezza degli atleti e del pubblico;

3. La stessa Associazione Temporanea di Imprese pone come proprio obiettivo “strategico” ulteriore l'assunzione di iniziative idonee a consentire una riduzione dei tempi stabiliti dagli accordi contrattuali per la realizzazione degli interventi citati e si impegna a rendere possibili esperienze di tirocini e stage da parte di figure scolastiche ed universitarie, attinenti alle tematiche di carattere tecnico ed amministrativo riferite alle procedure di progettazione e realizzazione dei lavori di manutenzione dello Stadio Adriatico.