Giochi Mediterraneo: Addadi: «sono molto soddisfatto»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1617

Giochi Mediterraneo: Addadi: «sono molto soddisfatto»
PESCARA. Il presidente del Comitato internazionale dei Giochi del Mediterraneo (Cijm), Amar Addadi, che da domenica si trova in Abruzzo per valutare come stanno andando avanti i preparativi della XVI edizione dei Giochi, ha espresso «soddisfazione» nel vedere che i lavori per la realizzazione del Villaggio Mediterraneo, a Chieti, «sono iniziati bene».
Addadi, che ieri ha effettuato un sopralluogo al Villaggio per gli atleti, ha fatto notare, stamani in conferenza stampa, che «siamo in una fase avanzata per la viabilita', le fondamenta e una serie di costruzioni. Quando ho posato la prima pietra - ha ricordato - dissi di voler vedere la posa anche di altre pietre, e ieri l'ho verificato».
Il presidente del Cijm ha messo in evidenza che «Pescara ha la fortuna di avere gia' altri impianti sportivi, per cui non se ne dovranno realizzare di nuovi ma solo sistemarli».
Il riferimento e' allo stadio Adriatico e alle piscine del complesso Le Naiadi, visitati ieri da Addadi, ma per questi impianti sono gia'
previsti i lavori.
Oltre ai fondi pubblici, ha continuato Addadì, si dovrà puntare, per i Giochi del Mediterraneo del 2009, anche sugli sponsor
L'on.Sabatino Aracu, presidente del comitato organizzatore dei Giochi, ha stimato che la somma disponibile al momento si aggira sui 60 milioni di euro. E proprio riferendosi alla questione dei finanziamenti Aracu ha fatto riferimento alla litigiosita' del passato.
«Il tempo delle liti e' finito. Il problema vero erano i soldi, ma ora abbiamo ricevuto i primi contributi governativi. In ogni caso - ha osservato – per manifestazioni di questa portata qualche turbolenza c'e' sempre».
«Ho sempre detto che i ritardi erano legati a questioni politiche - ha ricordato Addadi - ma i Giochi appartengono al popolo e non alla politica. Oggi c'e' tutto, per andare avanti, e cioe' il denaro e il team che deve lavorare. Noi - ha concluso - dobbiamo proteggere questo team consentendogli di lavorare bene, senza destabilizzarlo. Non si puo'
perdere tempo in controversie».
«Esprimo soddisfazione nel vedere che i lavori sono iniziati, grazie ai primi finanziamenti arrivati. Ho visitato il complesso delle Naiadi», ha detto il vicepresidente della Regione e assessore allo sport, Enrico Paolini, «e mi sembra che entro quattro mesi si riuscirà ad avere tutto omologato secondo le norme. Più importanti sono gli interventi per lo stadio Adriatico, i cui lavori faranno cambiare aspetto alla struttura. E alla fine sarà un vero gioiello. Data di consegna prevista settembre 2008».
Qualche incertezza è stata mostrata per la realizzazione del villaggio. Ma il presidente ha ribadito il rispetto dei tempi. Per tutti gli altri impianti già a norma sarà necessario solo qualche ritocco finale da eseguire nell'imminenza dell'apertura dei Giochi.
«La Regione è soddisfatta del clima di squadra con cui si sta procedendo nell'organizzazione dell'evento clou per l'Abruzzo – ha commentato Paolini.


15/01/2008 16.16