I numeri dell’attività della Guardia di Finanza di Pescara

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1291

PESCARA. Molti più controlli per l’evasione fiscale ma anche sull’uso fraudolento di fondi comunitari mentre continua incessante la lotta alla droga. Sono stati forniti stamane i numeri del consuntivo della compagnia di Pescara della Guardia di Finanza, diretta dal colonnello Francesco Paolo Rampolla.
E proprio sul fronte della droga è stata conclusa nei giorni scorsi una importante operazione che ha portato al sequestro di una decina di piccoli manufatti dipinti, a forma di casette, soprammobili o addobi per presepi assolutamente insospettabili. Invece la perizia delle fiamme gialle ha potuto bloccare il carico di cocaina.
Gli oggetti infatti erano costituiti da pasta di cocaina che attraverso speciali procedimenti viene fusa assumendo la consistenza della plastica o della ceramica.
In totale 5 chilogrammi di cocaina direttamente proveniente dal sud America e giunta in Abruzzo. Sono state arrestate le 4 persone coinvolte e assunte preziose informazioni circa il clan internazionale.
Nel settore del “traffico di sostanze stupefacenti”, sono stati sequestrati 19.744 grammi di cocaina ed eroina e 4.281 grammi di hashish e marijuana.
Complessivamente sono stati verbalizzati nr. 151 persone, di cui nr. 33 in stato d'arresto; nr. 27 a piede libero e nr. 88 non denunziati all'A.G..

CONTROLLI CONTABILI

Anche per il 2007 la Guardia di Finanza di Pescara ha posto al centro della propria azione operativa la tutela delle entrate erariali, eseguendo controlli contabili con un aumento percentuale del 30,27% rispetto al 2006.
Sono stati svolti complessivamente 667 controlli contabili.
Nel corso di tali attività, sono stati constatati: la sottrazione all'imposizione diretta di oltre 126 milioni di euro, l'evasione all'I.V.A. per oltre 51 milioni di euro, la mancata effettuazione o il mancato versamento di ritenute Irpef per circa 4 milioni e mezzo di euro.
Nell'ambito del contrasto dell'economia sommersa, l'attività ha permesso di individuare 58 soggetti totalmente o parzialmente sconosciuti al fisco.
Tale azione ha portato al “recupero a tassazione” di Iva per oltre 7 milioni di euro, nonché di una “base imponibile” per circa 38 milioni di euro.

Sono stati effettuati, oltre 4.833 controlli strumentali sul trasporto delle merci e nel rilascio dei documenti di spesa di cui 3.312 in materia di ricevute e scontrini fiscali, per questi ultimi controlli si è registrato un incremento numerico pari al 156% rilevando altresì n. 776 mancate emissioni e rilascio del documento in modo irregolare con un incremento del 7,62% rispetto a n. 721 irregolarità rilevate nel 2006.

«Sono state realizzate indagini di natura patrimoniale e bancaria», ha detto Rampolla, «che hanno permesso di rilevare ingenti patrimoni non proporzionati ai redditi dichiarati. Tenuto conto del rilevato “squilibrio patrimoniale” – che costituisce presupposto per l'applicazione di una misura di prevenzione - e ritenuto, altresì, sussistente il concreto pericolo di alienazione dei beni, ai sensi degli artt. 2 bis e 2 ter della L.575/65, il Presidente del Tribunale alla stessa sede, ha disposto il sequestro anticipato di beni mobili ed immobili - per un valore di circa 3.000.000 di euro».

CONTRAFFAZIONE

La Finanza ha svolto inoltre una costante attività di prevenzione e repressione finalizzata ad individuare i centri di produzione, distribuzione e commercializzazione dei prodotti contraffatti.
Tale attività ha permesso di sequestrare nr. 40.474 supporti audio-video nr. 4 computers; nr. 3.253 programmi software e nr. 23.383 articoli di merce contraffatta e di verbalizzare nr. 82 soggetti di cui nr. 11 in stato di arresto, dati di gran lunga superiori a quelli dell'anno precedente.

SCOMMESSE CLANDESTINE

Per quanto concerne la raccolta di scommesse clandestine sono stati verbalizzati 5 soggetti, e sequestrati 43 videogiochi (video-games, video-poker e slot-machine).
Nel settore ippico e delle competizioni non autorizzate sono stati identificati oltre 100 soggetti e denunziati 20 dediti ad attività delittuose, effettuate 28 perquisizioni locali presso le abitazioni dei 20 soggetti indagati e nei luoghi di custodia dei cavalli.
L'attività di controllo del territorio, intensificato nel recente periodo festivo, ha consentito di sottoporre a sequestro oltre Kg. 1.900 di artifizi pirotecnici - fuochi d'artificio.

10/01/2008 14.26