Alitalia, Toto spera ancora

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

763

ABRUZZO. Toto spera ancora che la gara per Alitalia non sia del tutto persa. Forse qualche carta si può ancora giocare. E la Ap Holding, la ditta che fa capo all’imprenditore abruzzese, fino a quando non sarà messa la parola fine continuerà a fare tutto il possibile.
«Il destino di Alitalia non è ancora affatto definito», assicura la società in una nota diffusa alla stampa nella serata di ieri.
«Molto poco ci sembra si sappia sull'offerta Air France-KLM:
indiscrezioni di stampa riferiscono che sono state presentate sole quindici pagine ad integrazione del "piano di sopravvivenza" di Prato». Indiscrezioni mai smentite e per questo la cordata di Toto va
all'attacco: «non possiamo pensare che quindici paginette siano sufficienti per prendere una decisione così importante per il futuro della Compagnia di bandiera e per il Paese, stupisce che lo siano state per il Cda di Alitalia».
Ma sarà proprio così? Per la squadra italiana che punta ancora alla compagnia di bandiera «sarà molto utile capire in base a quali criteri di trasparenza e non discriminazione siano state prese le decisioni fino ad oggi. E questo anche perché le poche indiscrezioni trapelate sulla proposta francese rispondono a parole d'ordine quali "riduzione", "contenimento" e "subordinazione", certo non in linea con la salvaguardia degli interessi nazionali».
E Ap Holding è categorica: «continuiamo a ritenere fermamente il piano di Air One la più valida risposta alla crisi di Alitalia. Il nostro progetto imprenditoriale risponde ai bisogni del Paese, offre una chiara e forte soluzione industriale e finanziaria alla necessità di risanamento e di rilancio di Alitalia e permette di salvaguardare e di non cedere il mercato italiano - uno dei più ricchi a livello europeo e mondiale».



09/01/2008 8.45