Il "Clowndario del Sorriso 2008" per aiutare i piccoli degenti

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

942

Il "Clowndario del Sorriso 2008" per aiutare i piccoli degenti
AVEZZANO. E’ finalmente pronto il “Clowndario del sorriso 2008”. Questo calendario, frutto di un’idea dell’organizzatore Gabriele Zarroli e del fotografo e talent scout Antonio Oddi, costituisce un'operazione per la solidarietà che non mancherà di accontentare tutti: chi della beneficenza non può fare a meno e chi senza un calendario patinato proprio non può vivere.
Il calendario è stato prodotto in varie centinaia di copie e sarà distribuito gratuitamente o ad offerta presso Ospedali, Scuole, Centri per diversamente abili, Parrocchie, Istituzioni ed uffici. L'eventuale ricavato verrà totalmente utilizzato per ampliare e migliorare i progetti della Federazione Nasi Rossi Abruzzo.
Con il “Clowndario del sorriso”, i volontari della Federazione vogliono divulgare le loro attività ed il loro impegno a favore della Clownterapia.
Le offerte saranno impiegate per migliorare la vita dei bambini ricoverati in Ospedale.
«Con questo calendario», ha detto Mario Vitale, presidente Nasi Rossi, «l'intenzione è quella di portare un augurio di ottimismo e fiducia per l'anno 2008, riscoprendo il valore ed il piacere dell'altruismo, e di divulgare il nostro impegno giocoso per portare un sorriso ed un messaggio di speranza laddove ce n'è bisogno. Abbiamo realizzato questo calendario con grande professionalità, escludendo qualsiasi voglia di protagonismo e con lo sguardo rivolto a quelle persone che nella vita sono poco fortunate».
La realizzazione del calendario ha visto Alberta Tarquini, Miss Abruzzo e finalista al Concorso nazionale di Miss Italia, protagonista con i clown di vari interventi ad Avezzano, presso l'ospedale, la casa di riposo per anziani e la casa famiglia, quei luoghi dove i Nasi Rossi sono abitualmente presenti per portare il loro messaggio di gioia e pace.
A fissare i momenti più significativi di tale avventura, per tradurli in altrettante immagini capaci di rallegrare le pagine del calendario, ci ha pensato l'obiettivo del fotografo Antonio Oddi.
«Voglio ringraziare Alberta per aver accettato il nostro invito a collaborare», ha detto Oddi, «Alberta, oltre ad essere una ragazza carina e spigliata, si è dimostrata molto sensibile ed attenta verso i nostri progetti. Non è la prima volta che ci rivolgiamo ad una “Miss” per eleggerla a testimonial della nostra Associazione: l'idea di associare alle espressioni buffe dei nostri clown ed alle facce divertite e sorprese dei bambini in corsia il volto sorridente e fresco di una ragazza aperta alla vita, ci è sempre piaciuta”, ha proseguito Mario Vitale».
I “Clown Dottori” dei Nasi Rossi non sono medici veri, ma volontari, adeguatamente formati, che con piccole improvvisazioni e spettacoli di magia coinvolgono i bambini nella famigliare dimensione del gioco che permette loro di incontrarsi, di dare un volto più umano all'ambiente dell'Ospedale.
Spesso le esibizioni aiutano a vincere, nei più piccoli, la paura per i dottori e la riluttanza verso le medicine e le cure; altre volte i giochi diventano una possibilità per aprire un dialogo faccia a faccia e, in qualche caso più grave, sono un piccolo stimolo che può spezzare la negatività e l'isolamento, attraverso la compagnia ed un invito alla speranza.

07/01/2008 15.28