Roccamontepiano punta sul Bed & Breakfast

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1220

ROCCAMONTEPIANO. Mancano pochissime ore all’arrivo del nuovo anno e la piccola comunità di Roccamontepiano fa il punto della situazione sul bilancio di un anno trascorso tra i mille problemi del quotidiano e i progetti di ampio respiro che prendono il volo proprio in quest’ultimo scorcio del 2007.
Il 2007 verrà ricordato dai roccolani come l'anno delle elezioni amministrative che hanno riconfermato l'amministrazione civica di “Crescere in Libertà” alla guida del paese nella figura del sindaco Adamo Carulli.
Ma è stato anche l'anno del riordino dei servizi scolastici che hanno consentito al Comune di risparmiare importanti risorse, l'anno dell'accertamento ICI sui terreni edificabili e del suo relativo condono che darà la possibilità nel 2008 di sanare la situazione pendente per moltissimi cittadini, l'anno dell'estensione della rete metanifera su gran parte del territorio comunale.
«Uno degli aspetti più significativi che mi inducono ad una riflessione più approfondita è il dinamismo di alcuni nostri concittadini riscontrato sul versante dell'imprenditorialità turistica», ha spiegato Carulli.
Infatti nell'ultimo anno sono nate sul nostro territorio ben tre strutture ricettive di Bed and Breakfast, strutture ricettive regolarmente autorizzate che hanno creato circa 20 nuovi posti letto che sono andati ad aggiungersi ai 70 già esistenti.
Altri alloggi di B&B si aggiungeranno il prossimo anno.
In realtà molte di queste attività sono figlie dei progetti del Comune di Roccamontepiano denominati “Albergo Diffuso” e “Centro Urbano”.
«Questi interventi», ha spiegato il sindaco, «finanziati dalla Regione Abruzzo per il tramite della Legge n.64/99, i cosiddetti “Piani di riqualificazione urbana”, hanno consentito a diversi privati cittadini di recuperare l'edilizia esistente sul territorio, il più delle volte abbandonata a se stessa, finalizzandola alla ricettività turistica una volta ristrutturata. Insomma, un progetto di grande portata muove le ali e i suoi piccoli passi in questi giorni. Registriamo positivamente il tutto esaurito proprio in occasione delle festività di Natale e, soprattutto, del capodanno».
Al pienone delle attività di B&B si segnalano anche il tutto esaurito per le strutture consolidate come l'ostello della gioventù, i ristoranti del territorio, il parco dei Carpini e la struttura turistica di Pomaro.
«Ci auguriamo che il completamento dei Piani di Riqualificazione Urbana», ha concluso il sindaco, «ancora in atto in località Pomaro e Centro Urbano, il recupero e l'avvio del centro turistico di Montepiano, l'ulteriore sistemazione del Parco dei Carpini, il terzo intervento di recupero del Monastero di San Pietro, l'avvio del progetto “Parco Archeologico” in associazione con il Comune di Serramonacesca ed il finanziamento del recupero del borgo storico della Madonna delle Grazie per l'anno nuovo, possano determinare nuovo sviluppo per la nostra comunità e non solo».

28/12/2007 18.28