Carabinieri Pescara: in provincia più furti ma anche più arresti

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1896

Carabinieri Pescara: in provincia più furti ma anche più arresti
PESCARA. Più furti, ma anche più arresti, poca usura emersa, ancora molte rapine ma con bottini più leggeri. In sintesi si può riassumere così l’attività dei carabinieri per il 2007 nella provincia di Pescara. Una attività dedita sostanzialmente alla criminalità da strada o predatoria nelle sue fattispecie e che raggruppa oltre il 70 % delle denunce totali delle forze di polizia. TUTTI I GRAFICI ED IL DETTAGLIO DELLE OPERAZIONI
Così nel 2007 c'e' stato un aumento dei reati dell'8,31 per cento in provincia di Pescara, che sono passati da 11.447 del 2006 a 12.431 del 2007, e in particolare l'incremento ha riguardato i furti, che hanno segnato un piu' 19,59 per cento, passando da 5.412 a 6.472, e rappresentano il 50 per cento della delittuosita' in provincia.
Un quadro veloce ma complesso quello delineato dal comandante provinciale Giovanni Esposito Alaia.
Da notare, tra i furti, che sono diminuiti quelli su strada mentre sono aumentati quelli negli esercizi commerciali. Meno le rapine, passate da 117 a 102, per cui la riduzione e' stata del 12,82 per cento.
I casi di usura sono passati da 3 a 4 (che sono quelle denunciate), le estorsioni da 35 a 33 e per questo tipi di reati Alaia ha messo in evidenza che dietro non c'e' la malavita organizzata.
«Si tratta di reati sporadici che non hanno dietro organizzazioni criminali come camorra mafia», ha chiarito.
Tra i fattori negativi che determinano l'aumento di reati il comandante provinciale ha evidenziato l'indulto, l'allargamento dell'Unione Europea, l'aumento della tossicodipendenza e la remissione in liberta' in tempi brevissimi degli arrestati.
«Non facciamo in tempo a fare la conferenza stampa che già ce li troviamo nuovamente fuori», ha commentato Alaia.
Gli arresti effettuati dai carabinieri sono passati, tra il 2006 e il 2007, da 829 a 843, e in particolare - ha fatto notare Alaia - sono aumentati quelli in flagranza mentre sono diminuite le ordinanze di custodia cautelare.
La droga sequestrata e' passata da 23,89 chili a 36,3, mentre per la prostituzione sono stati incrementati i controlli per contrastarne lo sfruttamento, specie a Montesilvano.
Sono aumentati, poi, i controlli sull'immigrazione clandestina e pure le contravvenzioni per violazione del Codice della strada, che sono state 1.628, cioe' il 74,7 per cento in piu' del 2006.
In crescita, poi, i controlli nei cantieri di lavoro, passati da 190 a 271.
Nel 2007 sono state ampliate le zone di azione del carabiniere di quariere (ora sono quattro) e nel 2008 l'obiettivo e' di attivare il servizio in altre due zone, a Rancitelli e ai Colli.

28/12/2007 14.41

TUTTI I NUMERI E LE OPERAZIONI NEI GRAFICI


TUTTI I NUMERI E LE OPERAZIONI NEL DETTAGLIO