Commercio, stabiliti festivi di apertura per i negozi dell’Aquila

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1182

L’AQUILA. Sono 41 i giorni domenicali e festivi del 2008 in cui i negozi dell’Aquila, di qualsiasi settore e dimensione, avranno la facoltà di rimanere aperti.
Lo prevede un'ordinanza firmata dall'assessore al Commercio, Luigia Tarquini, in ottemperanza a quanto previsto dalla legge regionale 25 del 2006, modificata dalla legge 36 di quest'anno.
Anche per il 2008, i negozi avranno la facoltà di poter rinunciare al giorno di riposo infrasettimanale, dandone pubblicità ai consumatori e comunicazione al Comune.
«Ricordiamo in proposito – hanno osservato il sindaco Massimo Cialente e l'assessore Tarquini – che le deroghe all'obbligo di chiusura sono una facoltà e non un obbligo. E' importante ribadire, comunque, che l'apertura nei festivi rappresenta un valore aggiunto per L'Aquila. Significa rendere servizi ai visitatori, e dare l'immagine di una città aperta e di un vero centro di arte e di cultura, oltre a conferire la possibilità agli imprenditori del settore di alzare i propri profitti».
Cialente e Tarquini hanno inoltre sottolineato come «durante quest'anno, a partire da agosto, è stata attuata un'ordinanza sperimentale che consentiva di tenere aperti i negozi in tutti i giorni festivi, senza limiti. Un provvedimento che scadrà il 31 dicembre – hanno aggiunto –, che ha dato risultati significativi, ma che non era più opportuno reiterare visto che la Regione ha aumentato il numero delle giornate domenicali e festive in cui è possibile lavorare, coprendo, di fatto, quasi l'intero arco dell'anno. Per questo, d'intesa con le rappresentanze della categoria, abbiamo provveduto a stilare il calendario, seguendo un percorso analogo a quello di altri importanti centri abruzzesi».
In particolare, nel 2008, i negozi avranno la facoltà di tenere aperti il 6, 13, 20 e 27 gennaio, il 3, 10, 17 febbraio, il 2, 9 e 16 marzo, il 20 e il 27 aprile, il 4 e l'11 maggio, l'1 e 2 giugno, il 13, 20 e 27 luglio, il 3, 10, 17 e 24 agosto, il 7, 14, 21 e 28 settembre, il 5, 12, 19 e 26 ottobre, il 2, 9, 16, 23 e 30 novembre, il 7, 8, 14, 21 e 28 dicembre. Gli altri 3 giorni di deroga saranno successivamente determinati dall'Amministrazione.
Resta l'obbligo di chiusura, indipendentemente da qualsiasi ulteriore provvedimento o dall'esercizio di particolari attività, l'1 gennaio, il 23 marzo (Pasqua), il 25 aprile, l'1 maggio, il 25 e 26 dicembre. I negozi presenti nei centri commerciali, compresi gli artigiani, dovranno rispettare gli orari di apertura e chiusura dei centri stessi.
28/12/2007 13.23