L’Aquila. Niente commissione di inchiesta sulle elezioni amministrative

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1114



L'AQUILA. Il Consiglio comunale dell'Aquila ha respinto stasera una mozione (primo firmatario, Enzo Lombardi, Fi), con la quale veniva chiesta l'istituzione di una commissione d'inchiesta per l'esame dei verbali delle elezioni amministrative dello scorso maggio.
Secondo il documento, una perizia grafica – chiesta in occasione di uno dei ricorsi amministrativi presentati da un candidato non eletto – avrebbe dimostrato che una sola mano avrebbe predisposto più verbali, che peraltro presentavano numerose correzioni.
La mozione è stata respinta con 20 voti contrari (Ds, La Margherita, Udeur, Impegno per L'Aquila, Sinistra Democratica, Sdi, Italia dei Valori, Pdci, Socialisti Riformisti), 4 astenuti (lo stesso Lombardi, i Liberal Democratici e Dc), e 8 voti a favore (gli altri consiglieri di Forza Italia presenti, Dca, La Destra, An, Idm e il gruppo misto).
Sembrerebbe archiviata così definitivamente la polemica sulle elezioni che ha portato il centrosinistra del sindaco Cialente alla guida della città. Resta qualche dubbio e il rammarico di fare definitivamente e totalmente chiarezza sull'accaduto.

28/12/2007 8.30