Violenze in ospedale a Pescara, due arresti

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2476

PESCARA. Due uomini sono stati arrestati ieri sera a Pescara, dalla Polizia, a seguito di due diversi episodi di violenza avvenuti in ospedale.
Il primo a finire in manette è stato un polacco di 25 anni, Mariusz Geriak, che ha aggredito verbalmente e fisicamente, con calci e pugni, due infermieri del Pronto soccorso e un poliziotto di turno al Posto fisso di polizia.
Il polacco, in evidente stato di ubriachezza, è finito al Pronto soccorso dopo essere stato
recuperato in strada dal 118.
In ospedale ha danneggiato una tenda, un separè e un'asta porta-flebo. E' accusato di danneggiamento aggravato, violenza e lesioni a pubblico ufficiale e interruzione di pubblico servizio.
Il secondo episodio ha visto protagonista Domenico Coletta, 42enne Pescarese, che alle 23 di ieri si è presentato nel Reparto di Geriatria chiedendo ad un infermiere di accompagnarlo a far visita ad un degente, nonostante l'ora.
Senza motivo se l'è presa con l'infermiere, al quale ha dato schiaffi e calci e poi ha danneggiato la porta d'accesso della guardiola, dove la vittima dell'aggressione si era rinchiusa.
In un calzino aveva un coltello a serramanico, sequestrato dagli agenti.
E' accusato di danneggiamento aggravato, violenza e lesioni a pubblico ufficiale, interruzione di pubblico servizio e detenzione e porto illegale di arma bianca. Sempre la Polizia ha arrestato Matteo Clivio, di 19 anni, Spoltorese (Pescara), pluripregiudicato.
La detenzione in carcere disposta dalla procura sostituisce la precedente misura di divieto di soggiorno a Pescara a causa del continuo comportamento criminoso del giovane.
19/12/2007 14.17