Vertenza Bluradia. I dipendenti manifestano davanti al Palazzo di via Milli

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

522

TERAMO. Incontro in Provincia, al tavolo delle relazioni industriali, per la Bluradia di Colonnella. L'azienda ha comunicato che intende cessare l'attività e mettere in mobilità i dipendenti - circa 200 unità - e i sindacati, questa mattina, hanno chiesto alla Provincia un intervento istituzionale.
«Tale vicenda si inserisce in un quadro decisamente difficile e preoccupante per tutto il settore metalmeccanico della Vallata del Tronto – hanno commentato il presidente Ernino D'Agostino e l'assessore al lavoro, Francesco Zoila - ; la Provincia attraverso il Servizio Relazioni Industriali si farà promotrice di un' iniziativa che coinvolga tutti gli attori istituzionali: la Regione Abruzzo e la Regione Marche, la Provincia di Ascoli Piceno e il Comune di Colonnella. Verrà convocata a breve una riunione per verificare i margini per un intervento congiunto».
Mentre era in corso la riunione, i dipendenti dell'azienda di Colonnella hanno manifestato davanti al Palazzo di via Milli.
Il 9 gennaio scorso, la Bluradia, in Provincia, aveva sottoscritto un accordo per attivare la cassa integrazione guadagni straordinaria per 12 mesi impegnandosi ad avviare un piano di risanamento aziendale. La settimana scorsa, ad un mese dalla scadenza della CGIS, è arrivata la comunicazione di cessazione di attività.
All'incontro di oggi sono intervenuti fra gli altri: la RSU aziendale assistita da Franco di Ventura - Segretario Provinciale della FIOM – CGIL di Teramo; da Paolo Guglielmi - Segretario Provinciale della FIM – CISL di Ascoli Piceno; da Luciano Biancucci - Segretario Provinciale della FIOM – CGIL di Ascoli Piceno; da Alessandro D'Isabella – Segretario Provinciale UIL- UILM di Ascoli Piceno. Per la Provincia, Pierluigi Babbicola, delle relazioni Industriali.

27/11/2007 17.40