Codacons, una raccolta di firme contro il caro vita

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

884

ABRUZZO. Carlo Rienzi, Presidente del Codacons, ha presentato oggi un' indagine realizzata in Abruzzo per verificare la situazione economica delle famiglie.

ABRUZZO. Carlo Rienzi, Presidente del Codacons, ha presentato oggi un'
indagine realizzata in Abruzzo per verificare la situazione economica delle famiglie.

«Un 2007 nero per le famiglie abruzzesi, il cui potere d'acquisto ha subito un ulteriore depauperamento a causa delle stangate e dei rincari che si sono verificati in tutti i settori. A seconda delle categorie professionali e dei redditi medi - spiega Rienzi - abbiamo calcolato come si e' ridotto nel 2007 il potere d'acquisto dei lavoratori, e questi sono i risultati».
Dirigenti 100.000 euro (-1,9%); Quadri 49.900 euro (-3,5%); Impiegati 26.500 euro (-6%); Operai 21.500 euro (-7,8%); pensionati 10.100 euro (-15,5%).
«La riduzione del potere d'acquisto nel 2007 è stata calcolata considerando una media di stangata generale pari a 500 euro a famiglia, determinata dai rincari nelle tariffe (luce, gas, acqua, autostrade, treni, banche, rc auto) e dalle nuove tasse introdotte dalla Finanziaria - A questi dati, va aggiunta la maggiore spesa determinata dall'incremento reale dei prezzi nei vari settori (alimentare, carburanti, ristorazione, svago e divertimenti, istruzione, ecc.)».
Il Codacons ha così deciso di avviare in regione una raccolta firme da consegnare ai vertici delle Istituzioni Locali, al Presidente della Repubblica e al Presidente del Consiglio.
«La raccolta delle firme dei cittadini partirà dall'Abruzzo, sarà tematica e divisa per città», spiega Rienzi. A Sulmona un gazebo del Codacons raccoglierà le firme contro gli aumenti delle tariffe non solo degli impianti sciistici della regione, ma anche dei ristoranti e degli alberghi delle varie località legate al settore neve. All'Aquila il Codacons raccoglierà le firme contro gli aumenti dei prezzi nel settore alimentare. A Pescara le firme saranno raccolte contro gli aumenti delle tariffe come luce, gas, acqua, rifiuti, ecc. A Chieti contro l'aumento costante delle polizze rc auto e contro la crescita dei costi dei servizi bancari».

22/11/2007 10.00