Morto il sindaco di San Valentino. L’autopsia chiarirà le cause

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1307

PESCARA. Sarà l’autopsia fissata per questa mattina a chiarire le cause del decesso di Giannino Ammirati, il sindaco di San Valentino Citeriore.
Ammirati è deceduto lunedì notte all'ospedale civile di Popoli. Lunedì si era sentito male mentre era alla guida della sua auto. E' stato ricoverato così in ospedale dove non gli era stato riscontrato nulla ma all'1.30 le sue condizioni si sarebbero improvvisamente aggravate ed è deceduto.
E' stata proprio la famiglia a chiedere che venga fatta chiarezza sui motivi della morte improvvisa.
Così la salma è stata messa a disposizione dell'autorità giudiziaria e il caso viene seguito dal pm Andrea Papalia.
Ammirati avrebbe compiuto a dicembre 64 anni, guidava da giugno scorso, per la seconda volta, la coalizione di centrosinistra.
La sua vittoria era stata di appena tre voti e per questo Angelo D'Ottavio, candidato sindaco per la lista civica Aria Nuova, presentò un ricorso al Tar.
Ma il Tribunale ridiede piena regolarità a quella votazione e Ammirati fu decretato ufficialmente sindaco. Era sposato e aveva due figlie, Giovanna e Valentina.
20/11/2007 9.07

IL CORDOGLIO DI D'ALFONSO

«Ho appreso con dolore dell' improvvisa scomparsa di Giannino Ammirati», ha commentato il sindaco di Pescara Luciano D'Alfonso, «un caro amico oltre che un amministratore di grande esperienza. Con lui ho condiviso il profondo attaccamento ai nostri luoghi d'origine, paesi dell'entroterra pescarese dove ci siamo formati e dove Giannino Ammirati è tornato nel '94, non appena glielo hanno consentito i suoi impegni professionali».
«In tutti questi anni», ha continuato D'Alfonso, «ha lavorato per il futuro del suo paese , prima da vice sindaco e poi da primo cittadino, spendendosi con forte passione e impegno per il benessere della comunità che era stato chiamato a guidare. Le sue grandi qualità umane e morali gli hanno consentito di coltivare un intenso rapporto con i concittadini, verso i quali era sempre disponibile e attento. In questo triste momento di dolore, partecipo al dolore della famiglia e di tutta la comunità di San Valentino, colpita dal grave lutto».
20/11/2007 13.14