Pianella: la città supera quota 8mila abitanti

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

666

PIANELLA. Pianella cresce e supera quota 8mila abitanti. Lo ha ufficializzato l’Ufficio anagrafe di Palazzo di città che negli ultimi anni ha visto aumentare rapidamente il numero dei residenti. «La notizia – ha commentato il sindaco, l’onorevole Giorgio D’Ambrosio – non può che riempirci di orgoglio e di soddisfazione, confermando la forte capacità attrattiva che continua a esercitare il nostro territorio, specie sulle giovani coppie. Pianella riesce ancora a garantire un’elevata qualità della vita, assicurando i servizi dei grandi centri urbani, ma anche la tranquillità di una periferia».
I dati sfornati dall'Ufficio anagrafe parlano chiaro: la popolazione residente al 31 dicembre del 2001 era pari a 7.600 unità, scese a 7.599 nel 2002, per poi cominciare la salita con 7.692 unità al 31 dicembre 2003 (primo anno di governo della giunta D'Ambrosio); 7.788 nel 2004; 7.872 a fine 2005, mentre il 2006 si è chiuso a quota 7.939. «A fine ottobre – ha ancora ribadito il sindaco D'Ambrosio – abbiamo registrato 8.011 residenti, ossia oltre 400 unità in più in appena cinque anni».
La conferma della crescita della popolazione residente viene anche da un aumento degli insediamenti edilizi, specie nelle due frazioni di Cerratina e Castellana: «E' cresciuto il numero delle richieste di concessioni edilizie per la realizzazione di nuovi quartieri – ha proseguito il sindaco –, ma anche per semplici ristrutturazioni o minime sopraelevazioni, magari da parte di genitori che vogliono costruire il nido per i propri figli. Dunque anche il mercato immobiliare sta conoscendo una nuova alba: le case si costruiscono e si vendono a buon mercato, senza sfiorare i prezzi stratosferici delle città capoluogo, attirando inevitabilmente l'attenzione delle giovani coppie che, dovendo contrarre il primo mutuo, dirottano la propria attenzione per zone di nuova espansione, dove con poco riescono anche a comprare una casa indipendente con annesso giardino».
Nuovi insediamenti edilizi, ma anche industriali, grazie alla realizzazione di nuovi capannoni artigianali, «strutture – ha ancora confermato il primo cittadino – che spesso ospitano attività prima situate in zone più centrali e oggi costrette a trasferirsi, a delocalizzarsi per le nuove norme che impongono l'allontanamento di tali strutture dai centri abitati. Ovvio che il nostro territorio è ancora ricco di zone agricole che facilmente possono ospitare impianti industriali, che offrono anche tanti posti di lavoro».
Dati che, di recente, sono stati interamente confermati anche nell'indagine effettuata dall'Eurispes e presentata nel Primo Rapporto Città di Pianella: gli studi dell'Eurispes hanno infatti confermato una crescita di alcuni settori economici, come quello terziario (con l'apertura di molte piccole e medie attività commerciali) e anche turistico, con una forte predominanza della popolazione giovane rispetto a quella anziana, «dati in controtendenza rispetto al trend nazionale e regionale, e che – ha detto il sindaco D'Ambrosio – hanno consentito alla nostra amministrazione comunale di favorire la crescita economica e demografica della città, la quale è comunque ben lontana dall'essere un semplice ‘dormitorio': chi viene a vivere a Pianella, spesso ci lavora, i propri figli vi studiano e vi resta anche per il proprio tempo libero, grazie al gran numero di ristoranti, locali, discoteche, e agriturismi di cui disponiamo, senza dimenticare le decine di iniziative promosse dalla stessa amministrazione comunale, che da un lato ci proiettano verso il nuovo e dall'altro ci garantiscono di conservare le nostre tradizioni».

14/11/2007 14.21