Comune Vasto: in crisi centro formativo salesiani

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1005

VASTO. Il centro formativo professionale dei salesiani di Vasto (Chieti) è in crisi. La Regione, dicono dalla storica scuola cittadina, fondata nel 1968, ha tagliato i finanziamenti e non ci sono più i fondi per avviare quei corsi che permetterebbero di avviare al lavoro in un biennio decine di ragazzi del territorio. OK A RIQUALIFICAZIONE AREA ARCHEOLOGICA


«Il guaio è», ha spiegato il preside, Agostino Del Casale, «che la Regione Abruzzo sembra guardare con sospetto a tutto ciò che non sia pubblico, negandoci la possibilità di ottenere la qualifica professionale».
Quella stessa, ha ricordato il preside «che, in più di trent'anni, ha consentito di avviare al mestiere più di tremila ragazzi, molti dei quali costituiscono la spina dorsale del tessuto produttivo locale. Il mio è l'appello di tante famiglie del Vastese: la politica si faccia carico dei nostri problemi».
In questi giorni viene alla luce il disagio di molti genitori, allarmati dal fatto che i figli, con la licenza di terza media in tasca, non vogliono proseguire gli studi pubblici e se ne restano con le mani in mano, senza alcuna prospettiva certa. Al Cnos Fap di Vasto i docenti sono attualmente undici, in grado di formare gli allievi nel campo di tornitore, saldatore, termoidraulico, mestieri a quanto sembra richiestissimi dalle aziende del Chietino.

OK A RIQUALIFICAZIONE AREA ARCHEOLOGICA

«Il miglioramento dei servizi del sistema archeologico di Vasto e l'asse Terme-Via Adriatica-Museo Archeologico, rappresentano uno degli elementi più significativi e di attrazione turistica-culturale. Per l'inizio della prossima estate via Adriatica sarà nuovamente riaperta. E sarà un'area ancora piu' bella ma soprattutto piu' sicura».
L'archeologo Andrea Staffa ha annunciato che sono stati appaltati, per un importo di 150 mila euro, i lavori per la copertura definitiva del celebre Mosaico del Nettuno, uno dei simboli portanti dell'offerta turistica della città.
«Certo è - ha assicurato Staffa - che qui a Vasto sta nascendo qualcosa di molto importante grazie all'organicità del rapporto di collaborazione tra Soprintendenza e Comune»


08/11/2007 10.02