Due ventenni finiscono con l'auto in una scarpata. Un morto e un ferito

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2177

CHIETI. Mancava poco all'1 di notte, sabato scorso, quando Gabriele Marsibilio, 23 anni e Stefania Orlandi, 24 sono finiti con l'auto in una scarpata. Stefania è morta sul colpo, il ragazzo si è ferito. A L'Aquila, sempre sabato notte, la stradale ha ritirato quattro patenti per guida in stato di ebrezza.
Secondo le prime ricostruzioni della stradale sarebbe stata la forte velocità a cui stava procedendo l'Audi A3 di Marsibilio a farli uscire fuori strada. I due, lui operaio di Guardiagrele, lei studentessa di Casalincontrada stavano percorrendo la strada in località Buon Consiglio, un tratto di discesa della cosiddetta "strada della pace" che da Bucchianico conduce a Chieti (Consorzio di Bonifica).
In uscita da una curva che va da destra a sinistra, probabilmente a causa della eccessiva velocità, Gabriele ha perso il controllo del veicolo che è finito nella scarpata sottostante profonda oltre sei metri.
I due giovani sono stati catapultati fuori dal veicolo e la giovane donna è morta sul colpo a seguito delle gravi lesioni riportate. Il conducente, trasportato immediatamente presso l'Ospedale di Chieti dove si trova tuttora ricoverato, ha riportato una emorragia cerebrale.
Il veicolo è stato sottoposto a sequestro. Sull'esatta dinamica del sinistro e le cause che l'hanno provocato sono in corso gli accertamenti a cura dei militari del dipendente Nucleo Operativo e Radiomobile che hanno effettuato i rilievi e che informeranno la Procura della Repubblica di Chieti.

RITIRATE 4 PATENTI


Sempre sabato notte quattro persone sono state denunciate dai Carabinieri della Compagnia dell'Aquila per guida in stato di ebbrezza alcolica, con contestuale ritiro immediato della patente.
Si tratta di un settantatreenne aquilano, di due studenti romani di
27 e 22 anni e di un operaio aquilano di 44, fermati durante la notte, nel corso di controlli eseguiti dal personale del Nucleo operativo e radiomobile per la prevenzione delle cosiddette stragi del sabato sera.
Il week end di Ognissanti si chiude con un bilancio poco incoraggiante sulle strade italiane: molte le patenti ritirate per guida in stato di ebbrezza e gli incidenti stradali che hanno causato altre vittime. I controlli però continuano e i risultati si cominciano a vedere.
E' di ieri l'annuncio del ministro dei Trasporti, Alessandro Bianchi, dell'arrivo di 800 etilometri in dotazione alle forze dell'ordine per contrastare gli incidenti stradali. Strumenti che consentiranno per il prossimo anno di svolgere 2,5 milioni di controlli contro i 500 mila attuali. Il ministro ha ricordato che gli incidenti e i morti sulle strade sono diminuiti del 10-15 per cento.

05/11/2007 9.35