Finanziate le Piscine Termali di Caramanico

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

890

CARAMANICO. Assegnati al Comune 497.089 euro da Regione Abruzzo e ARET. Nella seduta dello scorso martedì 23 ottobre 2007, la Giunta Regionale ha approvato e finanziato uno specifico programma per l'attuazione di un "intervento di edilizia sperimentale con annesse piscine termali".
Ad annunciare il finanziamento, assegnato direttamente al Comune di Caramanico Terme, è l'assessore Regionale alla Sanità Bernardo Mazzocca, che, insieme all'assessore Regionale ai lavori pubblici Mimmo Srour proponente il programma ed agli altri colleghi della giunta, ha approvato all'unanimità l'intero programma attribuendo al Comune il relativo finanziamento.
L'iniziativa, nata da una collaborazione fra Comune di Caramanico Terme ed A.R.E.T. - Azienda Regionale per l'Edilizia Territoriale instaurata nell'ambito del Progetto Interreg 'Thermalis' (di cui il Comune di Caramanico Terme è il principale 'Portatore d'Interesse Locale'), si prefigge di intervenire concretamente nel processo di rinnovo ed implementazione delle infrastrutture di rilevanza strategica avviato dal Comune oramai da tempo.
A seguito degli incontri tenutisi nello scorso mese di giugno presso il Comune di Caramanico Terme, il Consiglio di Amministrazione dell'ARET, nella seduta del 22 giugno scorso fece propria la proposta del Comune di Caramanico Terme provvedendo ad approvare la detta proposta che prevede la concessione al Comune di un importo di €.497.089.
«Il Comune di Caramanico Terme – ha spiegato l'assessore al Turismo Antonio De Vita, delegato del Comune di Caramanico per il progetto 'Thermalis' - è da tempo attento a tutte quelle opportunità tese a dotare il nostro centro, che rappresenta la principale realtà termale regionale, con ulteriori ed importanti servizi all'utenza che, in tal direzione, potrà essere concretamente e fortemente implementata».
«Infatti - continua l'assessore De Vita - ho personalmente avuto modo di verificare l'enorme aumento di afflusso turistico (sia in termini di arrivi che di presenze) che hanno interessato altre realtà termali nazionali (ad esempio Saturnia) che, da un certo momento in poi, hanno avuto la possibilità di poter contare su di un sistema di piscine termali quale ulteriore e determinante fattore di qualificazione dell'offerta turistica».
«L'importante intervento - sostiene il sindaco di Caramanico Mario Mazzocca -, si pone come naturale estensione dell'attività che il Comune sta svolgendo ormai da tre anni in tema di miglioramento quali-quantitativo di infrastrutture e servizi».

25/10/2007 15.11