Ennesimo sequestro di droga della polizia: 6 kg di eroina al posto dell’airbag

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1027

PESCARA. Fermato al casello di Città Sant’Angelo-Pescara nord l’ennesimo corriere della droga. Albanese, anonimo, uno tra mille. Non per la polizia che invece l’ha fermato, insospettita dal suo comportamento («ha tentato di fuggire»).
Erano sei i chili di eroina stipati nel vano dell'airbag poi sequestrati della Squadra mobile.
Il corriere e' Emilian Domi, 23 anni, ufficialmente piastrellista, con regolare permesso di soggiorno, residente in provincia di Milano.
Le 30 mila dosi erano di sicuro destinate all'area metropolitana pescarese.
L'uomo e' arrivato in Abruzzo da Roma e nel momento in cui la Polizia gli ha intimato l'alt lui ha tentato di fuggire ma e' stato bloccato da una seconda auto della squadra mobile -come ha spiegato il dirigente, Nicola Zupo.
Per estrarre i panetti l'albanese utilizzava un gancio posizionato sotto il vano svuotato del suo compito e dell'airbag, e questo fa presupporre agli investigatori della squadra narcotici che questo nascondiglio sia stato usato anche in altre occasioni dall'albanese.
La Polizia, invece, per arrivare alla droga, ha dovuto smontare lo sportello dell'auto, portandola in officina.
Il valore totale si stima intorno ai 750mila euro.
E' solo l'ultimo di una serie ravvicinata di sequestri di sostanze stupefacenti che sembrerebbe aver portato gli agenti su almeno un paio di “filoni” che potrebbero portare anche nuove operazioni.
Le indagini infatti continuano nel più assoluto riserbo mentre lo stesso Zupo ammette:«gli ultimi arresti non sono tutti riconducibili ad un unico filone», come dire che si sta indagando su diversi piani ed ad ampio raggio.
Spacciatori e corrieri sono avvertiti.

23/10/2007 14.44