Blocco di cemento danneggia condotta, rubinetti a secco

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

795

VASTO. Un blocco di cemento del peso di oltre tre tonnellate posato sulla condotta principale della rete idrica a Vasto Marina (Chieti). Città senz’acqua e si spera di riuscire in giornata a far rientrare l’emergenza.
Quando sono arrivati sul posto per mettere fine ad una improvvisa perdita di un litro d'acqua al secondo, i tecnici Sasi, la società che gestisce il servizio idrico integrato nel chietino, hanno strabuzzato gli occhi. Sulla condotta principale, infatti, hanno trovato, non senza disappunto, un enorme blocco di cemento che ha lesionato la tubatura e portato tutta la cittadina all'emergenza idrica.

«Sul blocco che ha rotto la condotta in fibrocemento - ha spiegato Antonio Frisco, geometra della Sasi- abbiamo rinvenuto un tubolare in ferro, di quelli usati per sostenere le paline pubblicitarie. Non voglio incolpare nessuno -ha osservato- ma è un fatto che una maggiore
accortezza sarebbe utilissima a scongiurare simili contrattempi che finiscono per far poi arrabbiare i cittadini».
A Vasto Marina ha lavorato per qualche ora una potente autogru per la rimozione del pesante blocco, mentre i tecnici della Sasi contano di poter ridare l'acqua alla località rivierasca entro la giornata di oggi.
16/10/2007 10.20