Sasi spa: «per le nuove assunzioni ci vuole il concorso pubblico»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1890

LANCIANO. Concorsi pubblici per nuove assunzioni e promozioni anche alla Sasi S.p.A (Società per il Servizio Idrico Integrato). E’ quanto ha stabilito l’Avvocatura Regionale, su richiesta della nuova dirigenza societaria.

L'avvocatura ha chiarito che sebbene l'azienda sia formalmente una Spa, è sottoposta al concorso pubblico «in quanto società a capitale interamente pubblico ed in base alla legge regionale 23/2004».

«Ancora una volta», commenta soddisfatto Pino Valente dell'associazione culturale Frentania Provincia, «possiamo dire di avere avuto ragione quando denunciavamo pubblicamente l'anomalia di decine di promozioni fatte dal vecchio Cda in maniera discrezionale non essendosi attenuti alla normativa vigente».
Ed è proprio Valente che sottolinea come «il nuovo Cda presieduto dall'avvocato Pedullà si stia contraddistinguendo per il rispetto delle regole troppe volte calpestate in passato».
Da oggi quindi anche alla Sasi per le promozioni ci saranno concorsi pubblici: una buona notizia per tutti quei cittadini e lavoratori che non hanno santi in paradiso e che chiedono il rispetto delle regole e maggiore trasparenza nelle società a capitale pubblico.
A questo punto però l'Associazione Culturale Frentania Provincia si chiede «chi pagherà il conto di tutte le promozioni fatte senza concorso pubblico che hanno sicuramente appesantito i conti della Sasi Spa la quale come tutti sanno si è attivata per richiedere l'aumento delle tariffe».
Valente chiede al Cda della Sasi di conoscere «i nominativi di tutti i beneficiati delle promozioni effettuate senza l'indizione di un concorso pubblico» e sottolinea che il parere dell'Avvocatura Regionale «si dovrebbe applicare per analogia anche nei confronti della Sangritana e quindi così come fatto per le nuove assunzioni ci aspettiamo dal nuovo Cda concorsi pubblici anche per le promozioni».
10/10/2007 11.19