Poltroncine nuove allo stadio ma inutilizzabili: non c’è spazio

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1302

CHIETI. Sembra una storia grottesca che potrebbe sembrare esagerata ma di fronte ai fatti inconfutabili una risata scapperebbe se non si trattasse del solito dramma della burocrazia cieca che implica lo sperpero di soldi pubblici.
Il fatto è che finalmente dopo molto tempo il Comune è riuscito a terminare i lavori per la sostituzione delle poltroncine nella tribuna centrale dello stadio Angelini.
Ma una intera fila è assolutamente inutilizzabile semplicemente perché non c'è abbastanza spazio per una persona (e le
sue gambe ipotetiche).
Lavori che avranno comportato una lunghissima fase di progettazione, il pagamento di parcelle a competenti geometri, architetti e poi alla ditta che ha installato le poltrone.
Nemmeno gli operai che avranno avvitato decine e decine di bulloni, costretti tra la poltroncina e la ringhiera si sono chiesti:«ma dove si siederà la gente?».
Si è dovuti arrivare all'ultimazione dei lavori e alla segnalazione del vice presidente del Consiglio Umberto Di Primio per accorgersi…
«Pensavo che la Giunta di centro sinistra fosse incapace di fare e politicamente inopportuna. Devo ricredermi. E' incapace anche le poche volte che fa e riesce persino ad essere inopportuna», commenta Di Primio.
«Se possibile, però», continua, «non mi si dica che sono campanilista e provinciale, se volete consideratela satira politica, ancora peggio ha fatto questa amministrazione di centro sinistra al Palatricalle dove le poltroncine appena rifatte appaiono di un inopportuno colore bianco-azzurro. Insomma, vanno bene i colori dell'Europa, non dico che i seggiolini sarebbero dovuti essere nero-verde, li avrei preferiti, semmai, almeno amaranto e bianco, i colori del gonfalone della Città, ma evidentemente, i nostri amministratori di centro sinistra, troppo presi a far passeggiare il sindaco di Pescara per il corso di Chieti, hanno pensato di fargli un ulteriore omaggio colorando di bianco e azzurro il Palatricalle».

06/10/2007 10.41