Fisco: Agenzia Entrate scopre ricavi evasi per 3 mln

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

834

LANCIANO. Oltre tre milioni di euro di ricavi non contabilizzati e un milione di euro di imponibile Iva evaso sono stati individuati dall'Ufficio di Lanciano dell'Agenzia delle entrate durante i controlli su due aziende del settore edilizio.
Nella prima delle due indagini, a destare i sospetti dei funzionari del fisco sarebbero stati i numerosi rapporti intrattenuti dall'azienda sottoposta a controlli con alcune ditte che risultavano totalmente sconosciute al fisco e, quindi, evasori totali.
A queste ultime sono stati contestati complessivamente 700.000 euro di ricavi non dichiarati, in quanto non avevano presentato da alcuni anni le dichiarazioni fiscali obbligatorie.
L'Agenzia delle entrate ha contestato alla stessa ditta un maggiore imponibile ai fini Iva di un milione di euro e maggiori ricavi non contabilizzati per un importo di 350.000 euro.
Nella seconda indagine, a richiamare l'attenzione dell'Agenzia delle entrate sono state alcune anomalie riscontrate nella contabilità di una ditta che, per due annualità consecutive, ha presentato dichiarazioni evidenziando un volume di affari notevolmente superiore ai ricavi ai fini Irpef.
Dai successivi controlli effettuati, è stato rilevato che le fatture emesse erano a titolo definitivo e non a titolo di acconto.
Di conseguenza, sono stati contestati al contribuente ricavi effettivamente conseguiti, ma non dichiarati, ai fini Irpef e Irap, per circa 2.800.000 euro.

04/10/2007 8.51