Montorio al Vomano, via libera alla banca dati catastale nazionale

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

798

MONTORIO AL VOMANO. Quello di Montorio è il primo Comune non in obbligo (l’obbligo è previsto per i Comuni al di sopra dei 40 mila abitanti) della provincia di Teramo a dare il servizio di consultazione della banca dati catastale unitaria nazionale.

Delle tre opzioni previste dalla Legge, l'Amministrazione ha scelto di lasciare i servizi catastali all'Agenzia del territorio, dando però la possibilità ai cittadini ed ai tecnici che operano sul territorio comunale di consultare la banca dati catastale unitaria nazionale, accedere ai servizi di visura catastale e ottenere la certificazione degli atti catastali conservati nella banca dati informatizzata.
«Tramite il servizio», spiegano dal Comune, «si potrà aggiornare inoltre la banca dati del catasto mediante la trattazione delle richieste di variazione delle intestazioni e delle richieste di correzione dei dati amministrativi, comprese quelle inerenti la toponomastica, e procedere alle riscossioni erariali per i servizi catastali».
Soddisfatto il primo cittadino di Montorio ha evidenziato come, nonostante le difficoltà organizzative e di carattere organico, «l'amministrazione non ha voluto rinunciare alla possibilità di offrire un nuovo servizio alla cittadinanza e ai tecnici che operano sul territorio, reso possibile grazie al lavoro dell'ufficio tecnico-urbanistico comunale».
Il sindaco ha inoltre sottolineato come lo stesso servizio potrà essere reso anche a quei cittadini non montoriesi, che, per svariati motivi trovandosi nel comune di Montorio avranno la necessità di accedere alla banca dati catastale unitaria nazionale.
01/10/2007 12.14