Europa Adriatica, domani il forum delle città a Pescara

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

743

PESCARA. Sono oltre 250 gli iscritti a partecipare al Forum delle Città dell’Adriatico e dello Ionio che con la IX Assemblea Plenaria inizierà i suoi lavori a partire dalle 15 di domani, 28 settembre 2007, nei locali dell’ex Aurum.
Si tratta dei rappresentanti istituzionali di tre governi, Croazia, Slovenia e Albania, degli amministratori delle 55 città che fanno parte del Forum, le Università “Adriatiche”, i responsabili degli enti preposti alla Cooperazione internazionale da parte dell'Unione Europea, le forze economiche che investono in progetti e idee nei Balcani.
Tutto questo perché per la prima volta l'Assemblea, naturale luogo delle città del Forum, accoglierà anche gli interessi culturali, economici e internazionali dell'intera area di azione.
Ci saranno infatti voci importanti del Dg allargement, ovvero il Ministero dell'Unione Europea, i responsabili internazionali del programma IPA Adriatico, i responsabili delle Unità Territoriali Locali che con l'ausilio dei “Desk Ue” agiscono negli Stati frontalieri, presso le Ambasciate Italiane di Sarajevo, Belgrado e Tirana, la Unicredit Banca, il maggiore istituto di credito italiano che opera nei Balcani e una miriade di forze economiche locali.
«A Pescara si porranno le basi per una programmazione comune nell'area Adriatica», ha spiegato il sindaco di Pescara Luciano D'Alfonso,«così come per una comune gestione dei fondi assegnati dall'Unione Europea. L'obiettivo è quello di arrivare a una gestione coerente, organizzata, coordinata e sinergica delle risorse a disposizione».
Tutti gli atti del Forum diventeranno materia d'esame della Cattedra di Geopolitica della Facoltà di Scienze Internazionali e Diplomatiche della prestigiosa Università di Gorizia.
L'Ateneo ha infatti deciso di trasformare i lavori in un esame complementare della cattedra del professor Sargis Ghazaryan, ricercatore Efsp (European, Foreign and Secutiry Policy Studies):
scienze internazionali e diplomatiche presso il Polo Universitario di Gorizia gli studenti avranno come “testi” di riferimento tutti gli atti che saranno disponibili sul sito ad hoc messo a disposizione dal Forum e scaricabili in tempo reale con lo svolgersi delle quattro sessioni di lavoro in programma all'indirizzo.

27/09/2007 14.28