Ex zuccherificio Celano: siglato l’accordo per la riconversione

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1007

CELANO. La costruzione di una centrale per biomasse e la realizzazione di un nuovo impianto per la valorizzazione e la trasformazione degli ortaggi tipici del Fucino.
Questi in sostanza i due punti in cui si articola l'accordo per la riconversione dell'ex zuccherificio di Celano. L'intesa, che è stata siglata oggi pomeriggio a Roma presso il Ministero delle Politiche agricole tra Regione Abruzzo, Provincia dell'Aquila, comune di Celano, organizzazioni sindacali e le aziende Eridania Sadam e Powercrop, è la conclusione di un percorso intrapreso nei mesi precedenti.
L'accordo prevede che l'impianto di trasformazione dei prodotti agricoli sarà ubicato nell'area dell'ex zuccherificio di Celano. Tratterà 20.000 tonnellate di patate e 10.000 di carote l'anno ed una superficie coltivata fino a 2000 ettari.
L'impianto per le biomasse invece si insedierà nell'area del Consorzio per lo Sviluppo industriale di Avezzano. Si tratta di una centrale di 30 MWE, alimentata da 270.000 tonnellate di biomasse coltivate nel territorio.
Soddisfazione è stata espressa dal vice presidente della Provincia dell'Aquila, Oreste Cambise, presente insieme al consigliere provinciale Benito Marcanio alla sigla dell'intesa, in rappresentanza dell'Amministrazione provinciale.
«Un accordo soddisfacente sia sotto il profilo occupazionale, perché abbiamo tutelato i 70 lavoratori dell'ex zuccherificio – ha commentato l'assessore Cambise- sia sotto il profilo produttivo, in quanto è stata conservata la vocazione agricola del sito. Tutti presupposti positivi per nuove possibilità di sviluppo e par attrarre nuovi investimenti nella Marsica».

20/09/2007 9.37