Scuola, scontro tra studenti e Coletti che assicura: «io non ho colpe»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

840

ORTONA. L'anno scolastico comincia all'insegna della contestazione.
Dopo le proteste che gli studenti del liceo classico di Ortona hanno sollevato contro l'amministrazione provinciale per la mancata conclusione dei lavori del plesso scolastico, questa mattina, il presidente Tommaso Coletti si è recato sul posto a verificare le lamentele degli studenti.
Sono finalmente riusciti a smuoverlo ma di risposte certe ancora non se ne sono viste.
I ragazzi hanno rimarcato che «ancora una volta ci si trovava di fronte ad una situazione di abbandono e di sole promesse da parte delle istituzioni». Cose che dovevano essere fatte non si sono viste.
Promesse lanciate non sono state concretizzate.
Ma le due parti in causa la pensano diversamente. Infatti si sente con la coscienza a posto il presidente Coletti che ha spiegato di essersi ritrovato «purtroppo di fronte una ditta che è stata inadempiente in relazione alle scadenze contrattuali».
I lavori avviati circa tre anni fa dovevano essere conclusi nell'agosto del 2006, «ma purtroppo ancora oggi devono essere ultimati, tra l'altro quanto rimane è di importo davvero esiguo considerato che si parla di circa 80 mila euro».
A questo punto, ha detto il presidente Coletti, «sarà rescisso il contratto con la ditta Nuova Tre T di Città S. Angelo, e affideremo i lavori ad un'altra impresa seguendo l'iter della trattativa privata.
Tempi massimi perché il tutto sia definito due mesi».


17/09/2007 17.02