Pianella. Abbattuto palazzo Curato Lucilla, al suo posto una piazza

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1569

PIANELLA. Sono iniziati ieri mattina i lavori di demolizione dello storico palazzo "Curato Lucilla" di via Umberto I.
L'operazione si sarebbe resa necessaria per motivi di sicurezza in quanto l'edificio era «in forte stato di abbandono, pericolante, ed in pessime condizioni igienico-sanitarie».
Con l'ordinanza n°43 del 22/08/07 il sindaco, Giorgio D'Ambrosio, ha disposto tale provvedimento che prevede, tra l'altro, la chiusura al traffico e l'interdizione alla sosta in Corso Umberto I, Piazza Diaz, Vico delle Dee e Vico delle Noci, per tutta la durata dei lavori (affidati alla ditta Aramini di Pianella), che si concluderanno entro 10 giorni.
Al suo posto nascerà Piazza Margherita D'Austria, una piazza attrezzata per convegni.
L'edificio fu costruito nel 1800 come frantoio "margheritiano" a servizio delle famiglie Curato-Sabucchi.
Al piano terra era presente la produzione mentre al primo lo stoccaggio delle olive e i dormitori.
Vi lavoravano 9 operai divisi in tre turni di lavoro. Il frantoio è stato operativo fino alla seconda guerra mondiale quando poi divenne poco utilizzato e obsoleto per l'avvento delle nuove presse. «Abbiamo risolto un problema trentennale», ha detto il sindaco Giorgio D'Ambrosio, «perché le prime ordinanze di demolizione risalgono al 1970. Questo intervento era molto atteso dai residenti perché costituisce pericolo per la pubblica incolumità: già in passato abbiamo transennato la zona per motivi di sicurezza, ma ora siamo davanti a problemi sanitari. Così facendo andremo a bonificare una zona molto importante del nostro territorio con la possibilità di integrare nuovi parcheggi che saranno gratuiti e a disposizione dei residenti».

13/09/2007 8.24